LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Scala/Nuovo CdA. Comunque vada
Arrigo Quattrocchi
il manifesto, 16-NOV-2005




Con le nomine varate dall'assemblea dei soci fondatori quasi completo il nuovo consiglio d'amministrazione del Teatro alla Scala; rimangono, rispetto al cda uscente, il sindaco Albertini (per statuto, e fino all'elezione del successore), Bruno Ermolli (indicato dalla camera di commercio) e l'ex rettore della Bocconi Carlo Secchi, indicato per, con un giro di valzer, non pi dal governo ma dalla regione Lombardia. New entries sono i rappresentanti dei privati: Paolo Scaroni (ad Eni, al posto di Vittorio Mincato), Francesco Micheli (Pirelli, al posto di Marco Tronchetti Provera) e Renato Ravasio (segretario generale Cariplo, al posto di Fedele Confalonieri). Manca ancora il rappresentante governativo, posto per il quale si fa il nome di Salvatore Nastasi, attuale direttore generale per lo spettacolo dal vivo nonch commissario al teatro del Maggio Musicale Fiorentino; e c' poi l'incognita di un possibile allargamento ope legis del cda da sette a nove membri, che consentirebbe l'ingresso della provincia nella fondazione Scala.
un cda low profile rispetto al precedente, per la sparizione dei grandi nomi del capitalismo italiano; e c' anche, incredibile a dirsi, qualcuno che si gi occupato di musica, il presidente del conservatorio Micheli, finanziere proveniente da una famiglia di musicisti. Se si considera che in passato le sorti della Bicocca, area di propriet Pirelli, hanno condizionato tutte le scelte sul trasloco della Scala agli Arcimboldi, il passo indietro di Tronchetti e l'arrivo di un vero appassionato, indicato proprio dalla Pirelli, segna forse un passo avanti per il teatro.
Non tutti i nuovi nomi entusiasmano, ma un commento si pu anticipare: difficilmente il nuovo cda operer peggio del precedente. Se gli ultimi anni della Scala sono stati attraversati da una crisi che ha portato a uno scontro lacerante fra sovrintendente, direttore musicale e lavoratori del teatro, la responsabilit stata anche dei grandi manager e delle loro decisioni ondivaghe: hanno intrecciato strettamente gli interessi del teatro alle proprie convenienze, privilegiando queste ultime, e anche per questo hanno investito su una politica dell'immagine pi che su un vero progetto culturale. Emblematico il caso di Confalonieri, che ha puntato tutto sull'immagine di Riccardo Muti; dopo le forzate dimissioni del maestro dal teatro, ha lasciato il cda nonch la presidenza della Filarmonica della Scala, e ora, dopo 23 anni, ha cancellato i concerti della Filarmonica da Rete4, per seguire ancora i nuovi concerti di Muti, con l'orchestra Cherubini.
Il nuovo cda sar circospetto, almeno fino all'elezione del nuovo sindaco, che per la prima volta da lustri potrebbe venire dall'attuale opposizione. Dunque il nuovo sovrintendente Lissner verr subito riconfermato - forse gi sabato, alla seduta di insediamento del cda -e, almeno per il momento, avr l'appoggio di cui ha bisogno e che finora merita pienamente.



news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news