LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

E a Cipro e risale al 2000 a. C. la pi antica fabbrica di profumi
Barbara Cilenti
Corriere della Sera, 15/11/2005

Una missione di ricercatori indaga il sito archeologico di Pyrgos/Mavroraki (Cipro), a circa 90 km a sudovest della capitale Nicosia. di un edificio industriale preistorico e scopre una fabbrica per produrre profumi. Stiamo lavorando a un raro complesso polindustriale distrutto da un terremoto nel 1900 a. C. circa afferma Maria Rosaria Belgiorno. capo del team della missione archeologica condotta dall'Istituto di tecnologia applicata ai Beni culturali del Cnr di Roma ma gli scavi in corso stanno riportando alla luce un mondo sofisticato che ruotava intorno alla produzione dell'olio d'oliva e al riciclaggio degli scarti di lavorazione, come la sansa utilizzata per la lavorazione del rame. In 14 fossette colme di carbone abbiamo, invece, ritrovato altrettante brocche per l'estrazione dei profumi che contenevano olio d'oliva ed essenze. La profumeria di Pyrgos. risalente al 2000 a. C, per ora la pi antica trovata nel mondo, con il suo corredo di quasi 50 oggetti. La scoperta non riguarda solo i profumi, ma anche la produzione di altri generi di lusso come oggetti di rame, tessuti variopinti e cosmetici. In base alle testimonianze epigrafiche e iconografiche dell'epoca, queste attivit produttive erano molto comuni ed erano oggetto di un mercato fiorente. Le prove materiali che potevano dare una concreta testimonianza delle tecnologie dell'epoca erano molto scarse, se non quasi mille continua Belgiorno . Con il ritrovamento effettuato a Pyrgos si ha invece evidenza di veri poli industriali che producevano anche profumi, quando sino a ora le prove tangibili erano testimoniate solo dalle ampolle contenenti profumi, ritrovate nelle tombe. Le iscrizioni micenee e i geroglifici egiziani riportano nomi di svariale essenze, ma bisogna arrivare alla fine dell'et classica e al periodo romano per trovare esempi di fabbriche per profumi, come quella famosa di Pompei e quella di Cleopatra vicino ad Alessandria d'Egitto, pi recenti di quasi 20 secoli rispetto a quella di Pyrgos. Al gruppo di archeologi, diretti dalla Belgiorno. le essenze ritrovate hanno ricordato quelle ancora oggi in uso. Odorando alcune essenze, riprodotte in laboratorio, si possono riconoscere aromi comunemente utilizzati anche oggi. Come dire che i gusti, anche a distanza di 4000 anni, non sono cambiati. Tra le 18 essenze individuate si trovano gli aromi di resina di pino, rosmarino, alloro, mirto, anice e bergamotto, piante tipiche di Cipro e del Mediterraneo.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news