LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La cultura tagliata
Ledo Prato
Arena, 15/11/2005

Il compromesso raggiunto dal ministro Buttiglione a proposito della finanziaria ora all'esame della Camera non fa diradare le preoccupazioni per i rischi che verranno al settore nei prossimi mesi dai tagli indiscriminati

Tagli alla cultura: seconda puntata. Si potrebbe definire cos il "compromesso" raggiunto dal Ministro Buttiglione a proposito della finanziaria approvata in questi giorni al Senato e ora all'esame della Camera.
Cosa c' dentro il paniere del Ministro? E' stato ridotto il taglio al Fondo Unico per lo Spettacolo (ora mancano all'appello circa 75 milioni di euro); stata approvata, con la partecipazione del centrosinistra, la legge sul cinema; sono state recuperate risorse per i beni culturali (mancano ancora circa 50 milioni per il funzionamento dei musei, delle aree archeologiche, delle biblioteche e degli archivi) ma sono stati fatti tagli al Fondo Unico per gli Investimenti per circa 100 milioni di euro.
Una valutazione obiettiva ci porta ad esprimere vive preoccupazioni e a segnalare grandi rischi per i prossimi mesi se la Camera non introdurr qualche sensibile modifica. Vediamo perch.
Il taglio al FUS interviene in una difficilissima situazione in cui versano le Fondazioni liriche ma anche il teatro e in generale il settore dello spettacolo. Abbiamo scritto e ribadiamo che nessuno pu sottrarsi al dovere di gestire in modo pi oculato ed efficiente le risorse pubbliche. Ma cos "si fa di tutt'erba un fascio". Si mettono cio tutti sullo stesso piano, senza tener conto di chi ha gi avviato una seria politica di rigore e chi invece su questa strada ancora non si messo. L'errore continua ad essere il taglio indiscriminato.
E se la legge sul cinema consente di riaprire un capitolo che sembrava compromesso, per quanto riguarda i beni culturali la situazione resta molto grave. Vediamo perch. Il taglio alle risorse destinate al funzionamento mettono in serio rischio l'apertura dei musei, delle biblioteche, degli istituti culturali. Ora se questi tagli arrivassero dopo anni di incremento o sostanziale stabilit dei finanziamenti pubblici, l'impatto sarebbe comunque di rilievo ma non pregiudicherebbe la vita delle istituzioni culturali.
Il fatto che gi da qualche anno si registra un taglio ai finanziamenti pubblici e non ci stancheremo di ricordare che l'Italia destina a questo settore lo 0,16% del proprio Prodotto Interno Lordo (PIL) contro una media europea che dello 0,50%. E il nostro il Paese con la pi alta densit di beni culturali! Da questo patrimonio, attraverso il turismo culturale, traggono risorse importanti citt e imprese diffuse in ogni dove. Senza contare che il brand dell'Italia nel mondo legato proprio ai suoi beni culturali.
Ed i tagli al funzionamento fanno il paio con quelli effettuati al fondo investimenti. In questo caso assisteremo al ridimensionamento dei cantieri di restauro, della manutenzione del patrimonio, con evidenti riflessi sui prossimi anni. Nell' immediato si ridurranno gli spazi dell'economia del restauro che rappresenta ancora una delle attivit per cui godiamo di un prestigio internazionale.
In un simile contesto ci si domanda che senso ha che la manovra finanziaria destini poi qualche milione di euro per la "libera iniziativa" dei parlamentari. In altri termini lasci risorse a disposizione delle mille proposte fatte solo per dare "qualche mancia" qua e l, senza alcun disegno programmatorio, senza alcuna verifica sull'efficacia di una tale spesa.
Il rigore una cosa seria ed il Paese, quando stato chiamato a fare la sua parte, non si sottratto. Ma deve essere applicato senza deroghe dal sapore vagamente elettorale.
Ai cittadini spetta il compito di segnalare ai propri rappresentanti in Parlamento che un Paese che non investe in cultura non ha un futuro. E' destinato, in questo caso davvero, al declino senza ritorno. Perch l'arte accompagna l'ambizione di tutti ad una vita pi felice.



news

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

16-08-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 agosto 2019

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

Archivio news