LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Palazzo Barberini gli ufficiali fanno come gli squatters
Adele Cambria
15/11/2005, L'Unit

Il duro jaccuse di Salvatore Settis sulla legislazione
impazzita dei Beni culturali. Il pericolo delle fondazioni


IERI sera, nella Sala di Pietro da Cortona, a Palazzo Barberini, l'evento della presentazione, da parte di Gustavo Zagrebelski, Claudio Strinati, e dello stesso autore, del nuovo libro di Salvatore Settis, Battaglie senza eroi - I beni culturali tra istituzioni e profitto (Electa). Assente Adriano La Regina. E nell' attesa che il rito - felicemente poco formale - iniziasse, c'era da godersi la volutt della pittura di Pietro, espressa nell'atto stesso dell'affrescare l'immensa volta. Ma basterebbe anche soltanto un quadro di questa Sala,(il tenebroso splendore del Narciso del Caravaggio), a colmare l'animo della "gioia civica" di cui infatti, presentando il libro, di l a poco ci avrebbe raccontato Claudio Strinati; richiamandosi, sulle tracce delle pagine di "Battaglie senza eroi", a un editto del 1309, in cui il governo della citt di Siena, esortava a "produrre la bellezza per la gioia dei cittadini". Ma la copertina rosseggiante del volume gi una metafora della Bellezza Insidiata: ovvero della rovina che oggi minaccia il patrimonio culturale storico artistico paesaggistico del nostro Paese. L'autore ha infatti scelto, un particolare de "L'ira", una incisione di Pieter Brueghel il Vecchio; dove guerrieri accecati dall'elmo calato fino al collo massacrano con un iperbolico coltellaccio, ed a vanvera, le loro vittime nude. Lo studioso prende di mira l'assurda separazione , sancita dalle leggi emanate dal governo attualmente in carica, tra tutela e valorizzazione - gestione dei beni culturali. Sono i beni culturali, nella metafora adottata da Settis, le vittime nude, e tagliate a fette dal terrifico coltellaccio del pittore fiammingo. una legislazione impazzita, ed invano il Presidente Ciampi ricorda spesso l'articolo 9 della Costituzione: la Repubblica tutela il paesaggio e il patrimonio storico ed artistico della nazione. Ma andiamo al punto partendo proprio dal luogo in cui ci troviamo: Palazzo Barberini, e la vexata quaestio del trasloco del Circolo Ufficiali nella palazzina Brazz di Savorgnan ormai quasi totalmente restaurata, con una spesa di danaro pubblico di oltre 20miliardi. Per quale ragione - si chiede Settis il Ministro della Difesa denuncia il protocollo firmato nel 1997 da Walter Veltroni e Beniamino Andreatta, discettando di amore o disamore, presunto, di quel governo nei confronti delle Forze Armate?. E sottolineando come il Circolo Ufficiali sia, fin dal lontano 1954, privo di un titolo legale, conclude: Non trovo dignitoso che degli Ufficiali insistano ad impersonare il ruolo degli squatters.cio degli occupanti abusivi di edifici pubblici destinati a ben altre funzioni che feste e banchetti di nozze e di prime comunioni! E vien fuori anche un episodio inedito della vertenza che dura fin dal 1949. L'inedito riguarda una vibrata lettera che il Ministro Giovanni Spadolini - benemerito inventore del Ministero dei Beni Culturali - avrebbe spedito al collega della Difesa, chiedendo la immediata restituzione dei locali. Ma a quei tempi - rievoca Settis - i governi cadevano in fretta e cos avvenne che Giovanni Spadolini pass dai Beni Culturali alla Difesa e respinse la sua propria richiesta. Bisogna dire che lo studioso calabrese, attuale Direttore della Normale di Pisa, non tenero con nessun governo. La tutela culturale - sottolinea - non n di destra n di sinistra. Il precedente governo di centrosinistra ha fatto delle buone cose, riconosce Settis: il quale si rammarica di essere stato distolto dai suoi studi di storico dell'arte a causa di una serie senza tregua di eventi catastrofici: che si susseguono, dice, in un processo di degradazione tale da trasformare la percezione dell'Italia in quella di un gruppo d'affari. E tuttavia, precisa Settis, alcune linee di continuit sinistra-destra suscitano grandi preoccupazioni. Il bersaglio sono, questa volta, le Fondazioni che dovrebbero soppiantare le Soprintendenze, peraltro ridotte al lumicino dalla mancanza del turn over e dalla rarit dei concorsi: Che cosa c' dietro le Fondazioni? , si chiede Settis. Mentre insiste a definire "Fuoco amico" la pretesa ( purtroppo diventata legge) di far decidere alle Regioni, una nebulosa "valorizzazione" del patrimonio culturale italiano, a fini di (presunta) resa economica.



news

11-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news