LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scala, la Fondazione chiede un Cda allargato ma la Provincia fuori
Cristina Jucker
03/11/2005, Il Sole 24 Ore


Via libera al nuovo statuto - La Cdc diventa socio di diritto


MILANO - Il primo passo fatto. L'assemblea della Fondazione Teatro alla Scala, all'unanimit, e quindi il consiglio di amministrazione hanno approvato ieri il nuovo statuto. Cos, se il ministero dei Beni culturali dar il via libera, la Camera di commercio (che si impegnata a versare altri 2,7 milioni all'anno per due anni) diverr socio fondatore pubblico con diritto di designare un rappresentante nel cda (attualmente il vicepresidente Bruno Ermolli). Uno status pari, cio, a quello di Governo, Regione e Comune. Abbiamo anche deciso - ha spiegato Ermolli - di richiedere al Governo, quindi al ministero dei Beni culturali, la modifica della legge sulle fondazioni, al fine di poter allargare a nove il numero dei membri del cda, attualmente di sette componenti. Questo dovrebbe avvenire attraverso un emendamento alla Finanziaria (gi l'Accademia di Santa Cecilia pu avere pi consiglieri).
Se tutto fila liscio, per luned 14 stata riconvocata l'assemblea che dovr eleggere i nuovi consiglieri "privati", di fatto i rappresentanti di Fondazione Cariplo, Pirelli ed Eni (gli altri quattro, ora compresa la Cdc, entreranno di diritto). E la Provincia? Se si allinea con i contributi richiesti - ha detto Ermolli - ben venga. La Scala ha bisogno di risorse. Lo spirito quello di non escludere nessuno.
In realt si dovr aspettare la modifica di legge. Solo a quel punto saranno disponibili altri due posti, uno per la Provincia, appunto, e uno per un altro socio privato che potrebbe essere Banca Intesa.
Nel corso dell'assemblea, alla quale era presente anche il sovrintendente Stphane Lissner, emerso che per dare alla Provincia di Milano la certezza di avere un rappresentante nel cda necessario aumentare i consiglieri. L'alternativa, allo stato attuale, quella di passare attraverso il voto dell'assemblea, come gli altri soci privati (e a scapito di un altro candidato). Il diritto di designare un consigliere si acquisisce, infatti, solo quando oltre ad essere gi soci fondatori permanenti (avendo versato almeno 5,2 milioni) si offrono altri 2,7 milioni per due anni (cio l'8% dei fondi pubblici). Accanto a questi ci sono i "semplici" fondatori (520mila euro di versamento e il diritto di voto per quattro anni). Secondo il nuovo statuto, l'assemblea discipliner &la presentazione delle candidature alle cariche della fondazione, riservandola ai soci titolari di diritto di voto permanente che, in modo singolo o associato, assicurino per due anni consecutivi, successivi all'elezione, un importo annuo non inferiore all'8% del totale dei finanziamenti statali destinati alla gestione dell'attivit della fondazione, come si legge in un comunicato della Scala.
Al termine dell'assemblea (che ha cooptato due nuovi soci, la Fondazione Banca del Monte, entrata con 600mila euro, e la Riva, con un contributo straordinario gi versato di 1 milione), l'assessore alla cultura della Provincia, Daniela Benelli, ha spiegato che la richiesta avanzata dai soci della Scala spiazza Palazzo Isimbardi. Ai 5,4 milioni offerti, ha detto, si aggiunta una quota di sbarramento che prevede il versamento dei 4 anni pregressi per avere diritto ad essere eletti. Questo rende le cose pi complicate: lo riteniamo un po' esoso. La presidenza della Provincia esaminer la questione, ma non riteniamo la domanda come un accoglierci a braccia aperte.
Ieri sera, infine, i lavoratori della Scala prima dell'inizio dello spettacolo hanno letto un documento, in cui si sottolinea che finanziare la produzione culturale da considerare sempre un investimento sul futuro di un Paese. Perci il ruolo dello Stato centrale come intervento diretto e per favorire l'afflusso aggiuntivo di risorse private.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news