LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sciopero della fame, staffetta al San Carlo con attori e politici
Il Mattino 12/11/2005

Staffetta di esponenti del mondo della politica e dello spettacolo per lo sciopero della fame al San Carlo in segno di protesta contro i tagli in Finanziaria. Aderiscono all'iniziativa - tra gli altri - gli assessori Cozzolino e Oddati, l'attore Toni Servillo, il sovrintendente Lanza Tomasi. «Il sostegno al mondo della cultura - sottolinea Oddati - deve rappresentare un punto di riferimento indiscutibile della politica di qualsiasi governo di qualsiasi colore politico».

Toni Servillo, Nicola Oddati, Andrea Cozzolino, Gioacchino Lanza Tomasi, Lina Polito e Filippo Bubbico, presidente del Consiglio regionale della Basilicata. S'allunga sempre più la lista di quanti hanno aderito allo sciopero della fame a staffetta contro i tagli al Fus, il Fondo unico per lo spettacolo avviato da alcuni dipendenti del San Carlo dopo analoghe iniziative a Firenze e Bologna. Nonostante proprio ieri, in sede di approvazione al Senato, la legge Finanziaria abbia ridotto da 160 a 85 milioni di euro i tagli rispetto all'anno precedente, la manifestazione non si ferma. Anzi. Ed è lo stesso ministro ai Beni Culturali, Buttiglione, a non dimostrarsi entusiasta della cifra recuperata: «Ancora non ci siamo. Abbiamo bisogno di più risorse da destinare al Fus, ma soprattutto ad archivi, monumenti e musei». «C'è una maledetta mentalità - ha aggiunto - per la quale la cultura è un lusso e si può anche fame a meno. Quando le cose non vanno tanto bene per l'economia, la prima cosa da tagliare è proprio la cultura. È sbagliato. La cultura è essenziale per l'uomo. L'uomo vive di cultura e di arte, bisogna difenderla».
«Il sostegno al mondo della cultura nel nostro Paese deve rappresentare un punto di riferimento indiscutibile della politica di qualsi-asi governo di qualsiasi colore politico», ha detto invece Oddati che digiunerà martedì. «Alcuni onorevoli colleghi di Buttiglione - ha aggiunto l'assessore allo Sviluppo -devono capire che colpire la cultura non vuol dire colpire una parte politica, ma l'intero Paese nella sua dignità e immagine. Centinaia di turisti visitano quotidianamente Napoli e l'Italia per le nostre bellezze artistiche, ad esempio, e producono così anche sviluppo, ricchezza e benessere». Quanto ad Andrea
Cozzolino, assessore all'Agricoltura e alle Attività produttive della Regione, spiega: «Il mio gesto vuole anche essere un invito ad altri rappresentanti della politica e delle istituzioni a manifestare il proprio disagio per una scelta che ostacolerebbe la crescita culturale del nostro Paese». «Credo sia doveroso portare solidarietà agli operatori dello spettacolo per gli annunciati tagli del governo che metterebbero a serio rischio circa 60 mila posti di lavoro in tutta Italia», ha aggiunto Cozzolino che sciopererà lunedì, insieme con Toni Servillo, in questi
giorni già al lavoro al San Carlo per preparare il debutto del «Fidelio» con le scene di Mimmo Paladino che il 4 dicembre prossimo inaugurerà la stagione lirica. «Sono solo uno dei tanti che protesta contro i tagli», ha detto il regista che s'è aggiunto alla lista inaugurata lo scorso 4 novembre da Gianvito Rippa, seguito da Nino Mennella (coro), Luigi Ferrone (ballo), Michele Maddaloni (coro) e Bruno Imparato, direttore della programmazione.
Al loro fianco ora anche il sovrintendente Lanza Tomasi: «Con questi tagli rischiamo la chiusura, per me è stato logico partecipare alla protesta», dice, «il nostro settore è sottoposto a una criminalizzazione, s'é detto che i teatri sono dei carrozzoni. Sono convinto che tutto può essere migliorato, ma con un piano di intervento, una riforma, un generale ripensamento delle attività, magari tenendo conto dell'esperienza europea con un'indagine sui costi. Questi tagli invece - ha aggiunto il sovrintendente -colpiscono solo chi lavora nel mondo dello spettacolo, sono tagli fine a se stessi. E questo non si può accettare».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news