LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Cultura e territorio: Caro Prodi, quest'Italia è da rifare
Wanda Marra
L'Unità 12 /11/2005

Un appello a Romano Prodi perché il nuovo governo di centrosinistra riporti «in onore grandi valori offuscati o addirittura abbattuti», rianimi «una dirigenza umiliata da brutali spoil-system», restituisca ai giovani la certezza «che merito, competenza e professionalità» saranno al centro, di ogni nuova politica pubblica per la cultura. È quanto chiede un appello a Romano Prodi, Un 'Italia da rifare, promosso dal Comitato per ia Bellezza e l'Associazione Bianchi Bandinelli (già firmato da centinaia e centinaia di persone) rilanciato ieri nell'ambito della Giornata di Protesta Nazionale, voluta dalle stesse associazioni per valutare lo stato dell'arte, drammatico, di beni culturali e ambiente. Rispetto alla politica disa-strosa del governo di centrodestra, che va oltre i tagli stabiliti in Finanziaria già gravissimi, occorre «una rottura netta con il passato, una reale inversione di rotta», per citare il senatore Giuseppe Chiarante. La lunghissima serie di scelte contro la cultura e l'ambiente sono state ricordate da Vittorio Emiliani. L'Italia destina alla cultura lo 0,16% del proprio Pil (la media Ue è dello 0,50%). A guidare l'azione del governo non è stata «l'idea dell'interesse generale prevalente», ma «una pioggia di condoni, e di sanatorie», mentre si è teso «ad abbassare il livello generale della tutela», è venuto meno «il principio di inalienabilità» dei beni culturali, si è fatta avanti la concezione secondo la quale la cultura e i suoi beni contano solo «se sono produttivi». Con provvedimenti come il Codice Urbani, la legge delega per l'Ambiente, la nuova legge urbanistica passata alla Camera (la Lupi). Senza contare che dal 1950 al 2003 c'è stata una diminuzione della superficie totale del Bel Paese di quasi 12 milioni di ettari di terra, che i tagli al Ministero per i Beni e Attività culturali stabiliti nella manovra bis di quest'anno sono di ben 187.601.931,62 euro, e che, nello stesso Ministero, i posti scoperti sono quasi 8000. Un disastro declinato nei vari interventi. Marisa Dalai (La Sapienza) ha evidenziato la progressiva noncuranza nel formare e utilizzare le professionalità della tutela. La sistematica mancanza di tutela ambientale, riguardo alla quale l'Italia non rispetta neanche la Costituzione europea, è stata invece messa in luce da Gaetano Benedetto (Wwf Italia). Dell'«eutanasia di un Ministero» ha parlato Irene Berlingò (Assoconsumatori [nota della redazione di patrimoniosos: errore per Assotecnici]): sono 27 le soprintendenze vacanti su 66 (cioè quasi il 50%) e 5 a contratto esterno, per citare solo qualche dato.
«Le tematiche relative ai Beni culturali e all'ambiente continuano ad essere un tema a dir poco trascurato dalla classe politica, anche quella che fa capo alla coalizione di centrosinistra», ha dichiarato il senatore Luigi Manconi, concludendo l'incontro. E ha invitato le associazioni a stendere un programma che diventi la base di quello dell'Unione, ma sia fatto anche girare per trovare sul territorio interlocutori e sostegni nei collegi elettorali. Con le parole d'ordine uscite fuori ieri: no al nucleare e al carbone, restituire alle Soprintendenze il loro ruolo di tutela, tornare sul concetto di inalienabilità dei Beni culturali, adottare la normativa Ue come rete di riferimento dell'intera legislazione.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news