LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FANO “San Michele, venduto il gioiello di famiglia”
GIUSEPPE FOGHET
Corriere Adriatico, 11/11/2005

Il Comune ha ceduto alla Fondazione Carifano la proprietà dell’immobile valutato dall’Agenzia delle Entrate circaquattro milioni di euro, con l’impegno di restaurarlo
La maggioranza firma l’accordo per la permuta con palazzo De’ Cuppis. L’opposizione insorge



FANO - Non vendete il gioiello di famiglia è stato questo l'appello espresso dal gruppo consiliare dei Ds a proposito di palazzo San Michele.

E' mancato l'accordo pieno in consiglio comunale, mercoledì sera, sulla permuta tra il Comune di Fano e la Fondazione Cassa di Risparmio di palazzo San Michele e palazzo De' Cuppis. I più determinati oppositori alla cessione di palazzo San Michele da parte del Comune sono stati i Democratici di sinistra, i quali, intervenendo uno per uno sul danno che il patrimonio pubblico dal punto di vista economico, ma più ancora il patrimonio dei beni culturali in possesso del Comune, avrebbe ricevuto dalla alienazione del palazzo più bello della città, hanno tentato di ostacolare il progetto.

La delibera tuttavia è stata approvata a maggioranza, dopo un lungo dibattito. Questi i termini dell'intesa: il Comune cede alla Fondazione Carifano la proprietà di palazzo San Michele, valutato dall'Agenzia delle entrate per una cifra di 3.915.000 euro.

La Fondazione si impegna a restaurarlo, attivando il primo stralcio funzionale dei lavori entro il 2006. La spesa calcolata per ridare a palazzo San Michele il suo originario splendore è stata calcolata in 1.600.000 euro. Dopo di che la Fondazione si è impegnata a ridare in uso al Comune per fini socio-culturali, per un periodo di vent'anni; ma il comodato d'uso è rinnovabile su semplice istanza del Comune stesso. Da parte sua la Fondazione cede al Comune di Fano palazzo De' Cuppis, che la stessa ha acquistato dalla Cassa di Risparmio Spa, per una somma di 3.900.000 euro (sempre secondo la valutazione del Catasto), impegnandosi a versare in compensazione la somma di 15.000 euro.

I primi fuochi in consiglio sono stati accesi da Claudio Uguccioni dei Ds, il quale ha giudicato inestimabile, proprio per il suo valore storico e culturale, palazzo San Michele. Ed in fin dei conti il suo degrado non è così generalizzato come si vorrebbe far credere. I danni dell'incuria infatti hanno inciso in modo particolare sulla facciata, sul tetto soprastante e sulla famosa sala che un tempo serviva alle riunioni cittadine, che presenta il soffitto sfondato. Il resto del fabbricato continua ad ospitare l'ufficio patrimonio del Comune, l'ufficio del Difensore civico, i servizi della Asl e altre pertinenze; quindi sempre secondo Uguccioni il risanamento non costerebbe una cifra insostenibile.

Altra eccezione: la stima della chiesa, valutata appena 240.000 euro, meno di un appartamento del centro storico. Ed infine rimangono tutte le incognite sulla utilizzazione dei due fabbricati espressa solo genericamente in delibera. Per Renzo Rovinelli è risibile la differenza di soli 15.000 euro tra il valore dei due palazzi, uno risalente al Cinquecento, l’altro più tardo, ma architettonicamente meno pregevole, anche se più ampio rispetto al primo. Palazzo San Michele si estende su una superficie di 1.572 metri quadrati, mentre palazzo De’ Cuppis misura 1.675 metri quadri. Ma in questo caso il valore non si può misurare in metri quadri: nel San Michele la storia romana si è unita a quella medioevale, tanto che la facciata della chiesa è stata realizzata in parte con le pietre cadute dall’attico dell’Arco di Augusto. Perdere un simile bene è un grave errore! Di tutt’altro parere è stato il sindaco la giunta e tutta la maggioranza. L’operazione infatti permetterà alla cittadinanza, al di là della proprietà di usufruire dei due palazzi, oggi inaccessibili.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news