LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Campania, tutela ambientale. Cundari: Il paesaggio è una risorsa
di Giovanni Brancaccio
09/11/2005, Il Denaro






Sviluppo economico e tutela del paesaggio non sono incompatibili. La crescita può avvenire nel rispetto dell’ambiente anche se ciò comporta dei costi. In questo quadro la Campania è una regione ricca con zone potenzialmente in grado di produrre ricchezza ma ancora da valorizzare, come le aree interne. Lo afferma l’assessore regionale alle Politiche del territorio Gabriella Cundari, illustrando gli obiettivi della Conferenza degli enti territoriali europei per l’attuazione della Convenzione europea del paesaggio (rete di cui la Regione è capofila) in programma il 2 e 3 dicembre a Napoli, presso l’Hotel San Francesco al Monte. L’evento è promosso dall’Assessorato al Governo del territorio della Regione sotto l’Alto patrocinio del Congresso dei Poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa.
***

Domanda. Assessore Cundari, quali sono gli obiettivi della Convenzione europea del paesaggio?
Risposta. Quello fondamentale è stato sancito nel 2000 con la Carta di Firenze: considerare il paesaggio europeo come un bene da tutelare a prescindere dal suo valore concreto. E’ stata quindi costituita una rete di enti, la Recep, che si occupa di tradurre in pratica questo principio.
D. Rete di cui la Regione Campania è capofila.
R. Già. In quel periodo la Campania era balzata agli onori delle cronache raggiungendo i primi posti in Europa per presenza di parchi e aree protette: fu il presidente Bassolino a proporre una rete europea e a candidare la Regione quale ente capofila.
D. Quali atti concreti la Regione ha già compiuto nella veste di leader dell’iniziativa?
R. E’ stata promossa una prima riunione aperta ai rappresentanti degli enti territoriali, e a esperti di fama internazionale, per definire il concetto stesso di paesaggio e cosa s’intendesse fare per proteggerlo. Per quanto riguarda la Campania, in quell’occasione furono poste le basi per la firma della Carta di Padula.
D. Di che cosa si tratta?
R. E’ un documento che impegna i soggetti protagonisti della pianificazione territoriale e paesistica nella regione ad applicare nelle rispettive scelte urbanistiche i principi sanciti dalla Convenzione europea del paesaggio. L’intesa, fu siglata nella Certosa di Padula dalla Soprintendenza regionale, dai Parchi campani sia regionali che nazionali, dalla cinque Province e dalla direzione generale dell’Ufficio scolastico regionale. Un primo atto concreto, dunque, al quale fa seguito ora la Conferenza promossa a Napoli il 2 e 3 dicembre su sollecitazione di Giovanni Di Stasi, presidente del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d'Europa.
D. A che punto siamo, in Campania, quanto a coscienza paesaggistica?
R. La popolazione percepisce molto più gli elementi negativi che quelli positivi: di un’area deturpata ci si accorge subito, mentre molte zone protette e bellissime non sono conosciute quanto in realtà meriterebbero.
D. Esiste un conflitto tra sviluppo economico e tutela dell’ambiente?
R. Assolutamente no. Alcuni mali del nostro territorio sono imputati allo sviluppo, ma le cose non stanno così e se ne devono rendere conto sia le amministrazioni che la popolazione. Certo, lo sviluppo sostenibile ha dei costi ma vale la pena sostenerli se si pensa ai vantaggi che ne derivano.
D. Ad esempio?
R. In Campania abbiamo paesaggi unici. Si tratta di risorse che attendono solo di essere mobilitate: come le aree interne, ancora incontaminate ma poco note agli stessi campani: se conoscessimo le nostre bellezze probabilmente ci penseremmo su prima di andare a cercarne delle altre in giro per l’Italia o all’estero.

9-11-2005



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news