LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

DECRETO TAGLIA -SPESE: contro gli sprechi e agevolazioni per la dismissione degli immobili pubblici
ItaliaOggi - Diritto e Fisco, Numero 266, pag. 29 del 9/11/2005


Stop all'inefficienza delle pubbliche amministrazioni. In presenza di segnalazioni di presunte irregolarità, ritardi o inadempienze da parte di cittadini o dipendenti pubblici, le p.a. avranno 15 giorni di tempo per rispondere alle richieste di chiarimenti dell'apposito Ispettorato previsto dal dlgs 165/2001. L'occhio della funzione pubblica che opererà d'intesa con il ministero dell'economia passerà al setaccio gli incarichi e le collaborazioni affidate dalle amministrazioni in modo da garantire trasparenza e efficienza. E a disposizione degli utenti sarà attivato un numero verde per segnalare le disfunzioni. Il monitoraggio dei servizi delle p.a. sarà affidato a un contingente di 30 unità che resterà in carica 4 anni e che si occuperà tra le altre cose della gestione del personale in eccesso. La task force anti-sprechi sarà composta da segretari comunali e provinciali in disponibilità. Sono alcune delle novità contenute nel maxiemendamento al decreto legge fiscale presentato al senato dal governo. Molte anche le disposizioni in materia di enti locali. Vediamo le principali.
Lavoratori socialmente utili. Come più volte richiesto soprattutto dai sindaci dei grandi comuni del Sud, il governo erogherà un contributo di 18 milioni di euro per il 2006 da ripartire tra gli enti con più di 300 mila abitanti che, dal 1° luglio 2004 all'entrata in vigore della legge di conversione del dl, abbiano avviato iniziative per la trasformazione a tempo indeterminato dei lavoratori socialmente utili. In questo modo sarà possibile prorogare fino al 2006 i rapporti di lavoro a termine.

Federalismo fiscale in Sicilia. Vengono sbloccati anche i contributi a favore della regione Sicilia in attuazione delle norme sul federalismo fiscale contenute nello statuto dell'isola. In questo modo il governo chiude un lungo contenzioso con l'amministrazione siciliana (si veda ItaliaOggi del 25 ottobre 2005) dando attuazione anche alla sentenza n.306/2004 con cui la Corte costituzionale ha riconosciuto alla regione le imposte sulle assicurazioni Rc auto. Per il periodo 2002-2004 entreranno nelle casse siciliane 10 milioni di euro a decorrere dal 2006, 40 milioni dal 2007 e 36 dal 2008. Inoltre, in attuazione dell'art.38 dello statuto regionale, all'amministrazione guidata da Salvatore Cuffaro verrà corrisposto dal 2008 un contributo di 10 milioni di euro l'anno per 15 anni. L'erogazione del contributo, specifica però il maxiemendamento, è subordinata alla redazione di un piano economico degli investimenti, che la regione Sicilia è tenuta a realizzare per incrementare il rapporto tra pil regionale e pil nazionale.

Efficienza nelle pubbliche amministrazioni. Il maxiemendamento modifica il comma 6 dell'art. 60 del Testo unico sul pubblico impiego (dlgs 165/2001). L'Ispettorato che avrà il compito di monitorare gli incarichi e le collaborazioni conferiti dalla p.a. potrà avvalersi dei dati comunicati dagli enti alla Funzione pubblica. E potrà, come detto, richiedere chiarimenti alle p.a. inadempienti a cui le amministrazioni dovranno obbligatoriamente rispondere entro 15 giorni. Le verifiche compiute saranno oggetto di valutazione per individuare responsabilità e eventuali sanzioni disciplinari. Gli ispettori, nell'esercizio delle loro funzioni, avranno ampia autonomia e potranno denunciare alla procura generale della Corte dei conti le irregolarità riscontrate.

Dismissioni immobiliari. Il maxiemendamento considera urgente la dismissione degli immobili pubblici il cui prezzo di vendita sia determinato secondo criteri e valori di mercato. E autorizza l'Agenzia del demanio a vendere i beni immobili ad uso non abitativo appartenenti al patrimonio pubblico. La vendita, precisa il maxiemendamento, fa venir meno l'uso governativo, le concessioni in essere e l'eventuale diritto di prelazione spettante a terzi anche in caso di rivendita. Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze sono riconosciuti all'Agenzia del demanio i maggiori costi sostenuti per le attività connesse all'attuazione della norma. Infine, si precisa che lo stato e gli enti pubblici sono esonerati dall'obbligo di rendere le dichiarazioni urbanistiche richieste dalla legge per la validità degli atti nonché dall'obbligo di allegazione del certificato di destinazione urbanistica contenente le prescrizioni urbanistiche riguardanti le aree interessate dal trasferimento.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news