LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La città medioevale: un mese per tirarla fuori
Ari
Nuovo Quotidiano Lecce, 6 novembre 2005

Chiesa Greca Partiranno domani gli scavi nella piazzetta dopo le scoperte delle settimane scorse
Gli affreschi, quasi certamente bizantini, scoperti nell'abside che si trova sotto la Chiesa Greca
Un mese di scavi per scoprire quello che cela il sottosuolo. Un mese di tempo per restituire alla luce - e alla città -le importanti testimonianze medioevali che si celano sotto la Chiesa Greca.
L'accordo è stato ormai siglato tra il Comune di Lecce, la Sovrintendenza ai beni archeologici e la Scuola di specializzazione di Francesco D'Andria. E già da domani tre operai messi a disposizione da Palazzo Carafa e gli esperti della Scuola di specializzazione dovrebbero mettersi al lavoro per sondare il terreno. Gli scavi verranno effettuati nella piazzetta della Chiesa Greca, dove già - nei giorni scorsi - sono emerse le murature di strutture medioevali. La scoperta è stata fatta durante i lavori di riqualificazione dell'area attraverso la misura 5.1 dei Por.
Certo, una volta scavato e valutato il valore di quanto emerso, si dovrà decidere che fare, se ricoprire nuovamente tutto con la terra o se optare - come si è fatto per piazzetta Castromediano - per una soluzione (magari meno ambiziosa) che valorizzi questo scorcio della Lecce del Medioevo, magari lasciando a vista i diversi sarcofagi che sono emersi.
Ma le scoperte fatte neììe scorse settimane non si fermano qui. Come si ricorderà, un'abside ed una cripta sono state scoperte sotto il pavimento della Chiesa greca, a circa due metri e mezzo di profondità. Veramente bisognerebbe dire riscoperte, visto che già 30 anni fa i due ambienti, appartenenti ad un edificio di culto medioevale, furono riportati alla luce. Ma chi allora fece la straordinaria scoperta si limitò a coprire il tutto, intervenendo anche in maniera abbastanza invasiva e "incosciente" sull'antica chiesa. Gli "scavi" hanno portato alla luce la cripta (con la presenza di un ossario) e una delle tre absidi. Quasi certamente quella centrale, con resti di affreschi. Si tratta delle immagini di alcuni santi vescovi, di cui è conservata solo la porzione inferiore del costume vescovile. L'unico ambiente che non si è riusciti a raggiungere è quello della navata, che si trova tra le absidi e la cripta e che si trova chiusa tra due muri di recente costruzione. I lavori lungo la fiancata sinistra della Chiesa greca hanno fatto emergere un camminamento di cemento che potrebbe coincidere con un lato perimetrale dell'antico tempio. Da questo canalone si potrebbe cerca di arrivare nella navata centrale (dovrebbero essere sullo stesso livello) e quindi nell'abside per consentire al pubblico di ammirare gli affreschi.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news