LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NOTO Contestato il provvedimento regionale di concessione per le ricerche di idrocarburi. Corale no alle trivellazioni
Carmela Modica
Gazzetta del Sud, 6 novembre 2005

Nella città del barocco, oltre mille persone in corteo

NOTO - Hanno sfilato più di mille per le via della città contro le trivellazioni nel Val di Noto.
Per un'intera giornata, la "capitale" del Barocco si è trasformata nel centro propulsore della lotta per una tutela a 360 gradi del territorio del "Sudest" dell'Isola. Hanno aderito alla manifestazione la Federazione Provinciale dei Verdi, i circoli Arci della provincia, l'Ente Fauna Siciliana, Greenpeace di Catania e Siracusa, l'associazione Acquanuveva, Italia Nostra, Legambiente, l'associazione "II Ramarro" di Calta-girone, Agire Solidale, Wwf di Catania e Siracusa, Pro Loco di Rosolini, Avola, Noto, Siciliantagonista, Fuo-ridalghetto, Comitato stop-trivellazioni e inoltre i Comitati contro le trivellazioni di Comiso, Ragusa, Caltagirone, Pachino, Por-topalo, Catania, Rosolini, Avola, Noto, e inoltre il presidente della Provincia Regionale, i sindaci di Roso-lini, Modica e di altri comuni interessati, oltre ai rappresentati dei diversi partiti e dei sindacati, agli operatori turistici.
La giornata di mobilitazione regionale si è articolata in tre momenti: alle 9,30 è partito il corteo dalla Villa Comunale ed è sfilato per via Principe di Piemonte, via Maiore, via La Rosa, corso Vittorio Emanuele e piazza Municipio. Alle 15 si è tenuto un incontro operativo presso il Centro Giovanile "Teresa Schemmari" con le associazioni ambientalistiche e culturali e alle 20 un dibattito pubblico ha chiuso la giornata di protesta dopo la proiezione del video "Nero
di Sicilia" prodotto da La7.
Il provvedimento contestato è stato rilasciato dalla Regione il 31 marzo del 2004 per concedere alla compagnia texana Panther Resources Corporation la concessione per la ricerca di idrocarburi liquidi e gassosi in un territorio di 74 ettari nei territori dove insistono città comprese nella lista dell' Unesco come patrimonio universale dell'umanità, lungo il fiume Tel-laro e sui versanti degli Iblei dove sono presenti beni naturalistici, sorgenti d’acqua, cave, boschi, grotte, riserve naturali, siti d'importanza comunitaria (i cosiddetti "sic"), zone di protezione speciale, assieme al nostro patrimonio storico e paesaggistico, come muri a secco, masserie, palmenti, mulini ad acqua, edicole votive.
«Resistere: ecco cosa resta da fare, per tutti i cittadini siciliani che ancora non riescono a rassegnarsi all'idea di vedere aggredito il loro territorio naturale, con la promessa di creazione di pochi posti di lavoro e di un'economia che palesemente mal si concilia con le caratteristiche naturali ed artistiche della Sicilia», affermano i rappresentanti dei comitati.
«Questa manifestazione - aggiungono - vuole essere un segno ed una conferma: per non arrendersi al mostro nero e cominciare a ripensare la Sicilia ed il suo futuro. Da un anno e mezzo cerchiamo disperatamente di opporci con tutte le nostre forze a questo scempio ambientale ed e-conomico. Turismo, agricoltura, allevamento e tutti ì cittadini siciliani dell'area interessata sono in serio pericolo».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news