LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Progetti per l'ambiente. Per la valle dei walser la tutela dell'Unesco
(A. Ber.)
Il Sole 24 Ore, 6 novembre 2005

A Riva Valdobbia nell'alta Valsesia, da dove si ammira il gruppo del Monte Rosa, non è esagerato dire che oggi ci sono più ruspe che turisti. In quella die era una delle più belle conche alpine dell'Alto Piemonte, la frenesia del cemento sta dilagando. Scompaiono prati, si tagliano boschi, si mina la montagna per fame cave, si scavano gallerie per captare le acque dei torrentelli laterali. In questo scenario di natura manomessa, tra terrapieni e detriti, è comparso un pò ' di tutto: un parcheggio per roulotte e camper, una stalla-modello fatta di laterìzio grigio, piccoli e medi condomini in corso d'opera. Dulcis in fundo si stanno preparando un polo artigianale e un'edizione moderna del villaggio walser, le antiche baite in legno costruite e abitate nei secoli scorsi dalla, popolazione locale di lingua e cultura tedesca.
Di fronte all'escalation delle ruspe, sotto l'impulso del collegamento funi-viario con la Val d'Aosta, versante Gressoney, è giunta, a dar coraggio agli "ambientalisti", una mossa della Sovrintendenza piemontese per ì beni architettonici e il paesaggio: sul suo tavolo c'è un piano per richiedere che il "Sistema o panorama alpino delle Alpi" sia inserito nella lista del patrimonio mondiale dell'umanità tutelato dall’Unesco, e in questo piano sono comprese anche le plurisecolari case walser di Alagna (il centro terminale della valle) in quanto patrimonio culturale e ambientale nello scenario alpino. Questo piano coincide con una querelle nata attorno alla realizzazione da parie della Monterosa 2000, società controllata da capitali a prevalenza valdostani, della pista di sci di rientro che da Pìanalunga condurrà ad Alagna, Pista con innevamento artificiale attesa da tempo che finisce però per lambire troppo da vicino alcuni villaggi walser, come la frazione Piane, mettendo a rischio ambiente e l'incolumità della gente che vi abita. Nessuno contesta l'utilità della pista ma in un esposto contro il progetto attuale alcuni abitanti hanno chiesto che il tracciato venga spostato a lato di trecento metri evitando oltretutto che la pista tagli la strada di accesso al villaggio. C'è anche chi avanza il timore che l'andirivieni dei gatti delle nevi possa danneggiare alla lunga anche la stessa stabilità di costruzioni non poche delle quali risalgono al 1600. Il primo round di fronte al magistrato è finito a favore della Monterosa 2000. Ma oggi l'intervento della Sovrintendenza che, con una lettera ha chiesto al comune di Alagna e alla Monterosa 2000 «immediate notizie» sui lavori, potrebbe rimescolare le carte in gioco.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news