LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La Chiusa e la nostra autostrada ambientale
WALTER VITALI
La Repubblica



Nei giorni scorsi è stata avviata la procedura per chiedere al Ministero dei beni culturali il riconoscimento come Monumento nazionale della Chiusa di Casalecchio, del canale del Reno e di tutto il sistema bolognese delle acque. Lo hanno annunciato il Sindaco di Casalecchio Simone Gamberini, l'Assessore alla cultura del Comune di Bologna Angelo Guglielmi e il Presidente del Consorzio della Chiusa Antonio Caliceti.
Bologna possiede un sistema artificiale di vie d'acqua che ha un carattere unico. Fin dalla metà del Duecento furono aperti i canali di Reno e Savena, lunghi più di 27 km, che da Ovest e da Est giungono fino al centro della città. Utilizzando le loro acque fu possibile costruire il canale Navile che consentiva a Bologna di essere stabilmente collegata, attraverso il fiume PO, con Venezia.
Venne così realizzata una importante rete idraulica in una città che non è attraversata da grandi corsi d'acqua, collegando fra loro i modesti torrenti cittadini con le acque del Savena e del Reno.
Grazie alla forza motrice ricavata in questo modo si è potuta sviluppare l'industria della seta, e dall'Età Comunale fino a tutto il Settecento Bologna è stata una delle più importanti città industriali d'Europa. Il primo mulino ad alto rendimento fu installato a Bologna, presso la Chiesa della Misericordia, già nel 1286. Presso la nostra Università fu istituita la prima cattedra si idraulica del mondo e si insediò unadellepiùpresti-giose scuole europee di navigazione, come testimonia ancora il Museo delle Navi.
LA CHIUSA di Casalecchio come la conosciamo ora fu realizzala dal Cardinale Egidio di Albornoz nel 1385. Nel 1548 il Vìgnola completò la costruzione del porto, il cui unico edificio superstite è la Salara.
La candidatura del sistema bolognese delle acque a Monumento nazionale è dunque una importante occasione per riscoprire un grande patrimonio storico e ambientale che grada-tamente si sta rivalutando, dopo l'oblio subito a partire dall'800 e cioè da quando subentrarono altre fonti energetiche e altre modalità di trasporto.
Il Comune di Casalecchio di Reno ha saputo rinnovare la sua identità intorno al Lido, alla Chiusa e alle sponde del fiume restituite alla piena fruizione dei cittadini. Il Comune di Bologna può vedere ora i risultati degli interventi effettuati nel tempo lungo il Navile, che hanno reso l'acqua pulita e le sponde percorribili.
Ma il nostro sguardo deve comprendere tutto il bacino del fiume per il quale la Provincia, i Comuni ed altre organizzazioni hanno dato vita all'associazione La via del Reno, con lo scopo di coordinare le diverse azioni in un grande progetto unitario e condiviso.
Vi sono tante associazioni di volontariato sportivo, ambientale, culturale e naturalistico che possono contribuire ad un Piano di lungo periodo per restituire ai cittadini l'intero sistema delle acque bolognesi.
Il Reno può tornare ad essere la principale arteria ambientale della nostra provincia. Può mettere in comunicazione i parchi di montagna con le aree verdi di città e le aree agricole di pianura. Può costituire una grande risorsa naturale da vaio -rizzare per il tempo libero, il turismo e lo sport, come avviene per tanti altri fiumi europei.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news