LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Se lo studente lavora da archeologo: ecco i cantieri degli atenei pugliesi
TITTI TUMMINO
VENERDÌ 4 NOVEMBRE 2005 LA REPUBBLICA




SCAVARE, divulgare, collaborare. Sono gli imperativi nei quali si riconoscono tre archeologi pugliesi, a capo del settore nelle rispettive facoltà universitarie: Francesco D'Andria, direttore della scuola di specializzazione in Archeologia classica e medioevale del dipartimento di Beni culturali dell'Università di Lecce; Giuliano Volpe, ordinario di archeologia tardo-antica e direttore del dipartimento di Scienze umane all'Ateneo di Foggia; e Raffaella Cassano, docente di archeologia alla facoltà di Lettere dell'Università di Bari. In tempi di grandi difficoltà per le soprintendenze statali, causa i continui tagli del ministero Beni culturali e la scarsezza di personale, è proprio grazie alla vivacità delle tre università pugliesi che il cantiere dell'archeologia continua a regalare tesori ed emozioni.
Se tutti e tre i docenti concordano sulla necessità di colla-borare con la soprintendenza, Francesco d'Andria si spinge oltre. Lui, che ha centinaia di studenti provenienti da tutta Italia e dall'estero impegnati sul campo fra il "museo diffuso" di Cavallino e le missioni in Turchia e a Malta, punta proprio sui giovani come «risorsa fondamentale per la crescita culturale ed etica della nostra società pugliese». Non solo. In una prospettiva che riconosce al patrimonio archeologico un valore aggiunto inestimabile per la Puglia, ritiene che si debba«puntare molto anche su comunicazione e divulgazione dei risultati conseguiti». Come non dargli ragione alla luce delle scoperte fatte insieme alla sua équipe, non solo in Salento, ma anche in una prospettiva mediterranea che punta sul confronto di culture. «In Turchia — spiega D'Andria—l'Università di Lecce ha due grandi missioni. Una a Mersin, verso il confine con la Siria, che riguardal'archeologia preistorica; l'altra a Hierapolis, dove, in località Pamuk Kalè, abbiamo fatto una scoperta fantastica inerente le origini del Cristianesimo che, non a caso, sarà presentata il 15 dicembre all'Accademia Pontificia, a Roma. E infine Malta, dove stiamo riportando alla luce un santuario fenicio». Mediterraneo a parte, D'Andria è profondamente legato al suo Sa-lento. E così, oltre agli scavi appena ripresi in località "Castello d'Alceste", periferia di San Vito dei Normanni, dove stanno riemergendo i resti di un centro messapico abitato fin dall'VIII secolo a. C, il professore si appresta ad inaugura-re — appena il sindaco di Poggiardo fisserà la data — il Parco dei Guerrieri a Vaste.
Dall'altro lato della Puglia, gran lavoro per l'Università di Foggia. Giuliano Volpe e la sua équipe hanno appena portato a termine la nuova campagna di scavo a Canosa, centro archeologico prestigioso per la presenza di una consistente comunità cristiana guidata da potenti vescovi, fra i quali il famoso Sabino, vissuto nel
VI secolo. «Abbiamo studiato due settori del complesso paleocristiano —spiega Volpe—la domus di età tardoantica e una possente struttura muraria, che potrebbe coincidere con le mura di Canosa». Ma importanti risultati ha dato anche la prima campagna di scavo guidata dall'archeologo foggiano, coadiuvato da cinquanta studenti, a San Lorenzo in Carmignano, alle porte di Foggia, dove è emerso un abitato medievale. Soddisfazioni anche per Raffaella Cassano, che non solo ha appena portato a termine una nuova campagna di scavo ad Egnazia, ma è riuscita a salvare reperti e documenti di inestimabile valore dall'alluvione del 22 ottobre con l'aiuto prezioso dei suoi collaboratori, novanta persone fra studenti e archeologi. «L'Università— dice la docente—sta facendo un grande sforzo, mala soprintendenza deve continuare a collaborare in maniera efficace nel comune obiettivo della salvaguardia dei beni culturali».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news