LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ravenna Capitale riparte dall’arte cristiana
Corriere di Romagna, domenica 6 novembre 2005 Edizione di: Ravenna


Ravenna - Nata in occasione del Giubileo 2000, la fondazione Ravenna Capitale vive una nuova stagione di rilancio.Al presidente Valter Fabbri il compito ieri di illustrare gli intenti, il programma delle attività e i passi che hanno permesso la ripresa delle iniziative dopo una lunga pausa.La fondazione infatti da onlus passa ad essere un soggetto di interesse nazionale che per statuto si occupa della promozione di attività culturali e del patrimonio artistico, monumentale inerente la storia cristiana.I soci costitutori sono il Comune, la Provincia e l’Archidiocesi con un consiglio di amministrazione composto da 6 membri due per ciascun ente: Valter Fabbri e Gianni Morelli per il Comune, Francesco Geniale e Alberto Giorgio Cassani per la Provincia e monsignor Guido Marchetti e Enrico Maria Saviotti per l’Archidiocesi.Oltre alla valorizzazione del patrimonio d’arte musiva delle basiliche, Ravenna Capitale lavorerà per mettere in rete il patrimonio documentario fra biblioteca Classense, archivio arcivescovile e biblioteca diocesana, in collaborazione con l’università di Bologna. Ma la ricerca e lo studio sulla millenaria storia cristiana della città non rimarranno gli unici ambiti di azione. L’impegno della fondazione toccherà anche la promozione del turismo.Se nel passato si ricordano la mostra dedicata alla Madonna Greca “Deomene - L’immagine dell’orante tra Oriente e Occidente e un convegno su Gerbert D’Aurillac, per il futuro sono già state fissate alcune iniziative.“Ravenna Capitale - spiega Valter Fabbri - dopo la fortunata esperienza del Giubileo, che ha visto la città dare un’immagine di unità e ricevere sostanziosi finanziamenti per opere pubbliche, grazie anche alla firma di un protocollo d’intesa fra Comune, Archidiocesi e Soprintendenza ai Beni Architettonici, si propone nel panorama culturale ravennate con precise finalità. Il nostro patrimonio ammonta a 51 mila euro e il Cda, rimarrà in carica fino al 2007. Non avremo la gestione dell’archivio arcivescovile, ma sicuramente ci occuperemo della valorizzazione del patrimonio e dei rapporti con le altre istituzioni librarie cittadine”.Il primo appuntamento previsto per sarà un ricordo di André Frossard, nel decennale della morte. Per l’autore di “Il Vangelo secondo Ravenna” a metà dicembre è prevista una cerimonia pubblica e messa. Con la pubblicazione degli atti del convegno su Gerbert D’Aurillac, papa Silvestro II nell’anno Mille, riprenderanno gli studi sulle figure dei missionari martiri partiti dal Sant’Alberto per evangelizzare l’Oriente europeo. Per il 2006 è in programma una serie di iniziative legate alla figura di Galla Placidia, con l’avvio di rapporto con la città di Barcellona, che conserva una piazza dedicata all’imperatrice. Il 9 dicembre la fondazione sarà a Berlino con una mostra di pittura, mentre don Zagnoli terrà una relazione sulla storia di Ravenna e sulle celebri decorazioni musive custoditi nei monumenti paleocristiani.

c.b.




news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news