LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Piove sull'arte, il Comune: uno scandalo
Cristiano Tarsia
Il Mattino 5/11/2005

«Lunedì iniziamo le riparazioni dell'opera di Kounellis. Purtroppo dei guasti al metrò dell'arte l'ho saputo soltanto leggendo il Mattino. Nessuno mi ha avvisato: né Metronapoli, né la Metropolitana di Napoli, né il personale del Comune. Mi sembra strano». Il vicesindaco Rocco Papa da anni segue la realizzazione della linea 1. Conosce vita, morte e miracoli del metrò. «Pensavo di conoscerli -scherza - quello che è successo è grave, perché al di là dell'accaduto, non è tollerabile l'inerzia. Si è perso un sacco di tempo per capire chi doveva intervenire e nessuno è intervenuto, incredibile». Lunedì invece l'opera di Kounellis verrà messa a posto, restaurati pezzi di lamiere, trenini e scarpe. «Aggiungo, ci teniamo molto al metrò - continua il vicesindaco - e siamo intervenuti non appena abbiamo saputo la notizia. Poi chi pagherà i lavori sarà un problema secondario. E però devo ammettere che a questo punto bisogna intervenire con più decisione. Dobbiamo fare in modo che il metrò diventi un museo, e sia trattato come tale, anche se atipico. Non possono succedere più cose simili. Ci sono 100 opere d'arte nelle stazioni, non è più solo un discorso culturale ma anche turistico e soprattutto economico».
Diversi i passi che Palazzo San Giacomo muoverà per arrivare alla creazione del museo-metrò. Innanzitutto nei prossimi giorni verrà firmata una convenzione con l'Accademia delle Belle Arti. «Ci siamo incontrati più volte - spiega Rocco Papa - si cureranno loro del restauro e della manutenzione delle opere d'arte. Un vantaggio per noi, che non spendiamo molto, e per loro, visto che i ragazzi potranno lavorare sul campo».
Infine la decisione di nominare un responsabile o comunque una commissione che si occupi del museo. «Ne devo parlare con la mia collega alla cultura, Raffaele Furfaro. L'obiettivo deve essere quello di creare un vero e proprio museo, a partire dalla catalogazione delle opere. Un ente, come una fondazione, che si occupi di tutti gli aspetti museali, dalla manutenzione alla promozione».
Non solo arte, sulla linea 1. Diverse sono le disfunzioni, a detta degli utenti, dei treni della tratta Piscinola-Dante.
Ad esempio, spiega un utente, Luigi De Rosa, «per numerosi ipovedenti e non, è molto richioso scendere i gradini delle stazioni (Vanvitelli, Collana ecc) in quanto questi sono tutti di colore grigio antracite scuro, l'estremità degli scalini dovrebbe essere evidenziata con strisce di colore diverso come nella funicolare di mergellina». Inoltre «nei vagoni non c'è l'aria condizionata e d'estate ma non solo c'è da sentirsi male. Poi non c'è aereazione negli ascensori e in diverse tratte del percorso il metrò è rumorosissimo e certamente supera i decibel previsti, così come i vagoni non sono affatto moderni perché all'interno vi è l'anno di costruzione che è il 1980. E infine numerose stazioni sono buie, come la stessa piazza Dante, o i Colli Aminei».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news