LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Noi, che restauriamo il mondo
Fabio Isman
Il Messaggero 5/11/2005

L'esportiamo in tutto il mondo: è il vero made in Italy, 15 interventi all'estero, in una dozzina di Paesi, e in siti e luoghi prestigiosi, come la Grande Muraglia o il più importante dei padiglioni nella "Città proibita" di Pechino; i musei di Bagdad, Kabul e quello egizio al Cairo; presidi archeologici dai nomi mitici, quali Ninive, Leptis Magna, Sabratha, Cartagine. E' l'arte del restauro; sono il lavoro e la sapienza dell'Istituto centrale italiano, che, al tempo, Cesare Brandi e Giulio Carlo Argan hanno voluto e fondato, e che Caterina Bon Valsassina oggi dirige, sotto la supervisione del capo del Dipartimento per la Ricerca e Innovazione del Ministero, l'archeologo Giuseppe Proietti; è il più prestigioso dei biglietti da visita che il nostro Paese può diffondere nel mondo, e che, fino al 18 dicembre, è raccontato e spiegato in una mostra al Vittoriano (lato Ara Coeli) intitolata L'eccellenza del restauro italiano nel mondo (ogni giorno 9.30-18, catalogo Gangemi).
Nel campo del patrimonio storico-artistico, l'Italia, nota il ministro Rocco Buttiglione, «è una potenza mondiale»; e «il suo esercito è composto, per difetto, da oltre quattro milioni di opere censite, 100 mila chiese, 20 mila centri storici, 45 mila castelli e giardini, 35 mila dimore storiche, duemila siti archeologici e 3.500 musei». E' il motivo per cui, nei secoli, il Belpaese è stato meta d'infiniti viaggiatori; per cui, ancor oggi, nel campo del turismo, quello
"d'arte" non conosce recessioni; e nella conservazione, nella tutela, nel restauro, il primato ci è universalmente riconosciuto, tanto che l'Unesco affida al nostro Paese la responsabilità degli interventi in tutto il mondo, nel caso di calamità, o guerre: qualcuno ha coniato, per questo, la dizione di "caschi blu della cultura".
E nei suggestivi ambulacri del Vittoriano, fa davvero un grande effetto vedere che cosa i nostri tecnici sanno fare e stanno facendo. Magari in Paesi abituati da sempre alle ricostruzioni, più o meno posticce, l'Italia esporta anche il proprio rigore scientifico: fatto di consolidamenti, ma non di finzioni. Succede, ad esempio, nel Padiglione della Suprema Armonia, la sala del trono di Pechino; o sul tratto di Grande Muraglia affidato all'Istituto centrale, per un restauro che costituisca un evento-pilota, mentre già, sia in Cina, sia perfino in Iraq (attualmente, però, i corsi si svolgono ad Amman, per necessità), i restauratori locali vengono formati dai nostri, e magari gli stessi laboratori, assai sofisticati, sono made in Italy. «Per giunta, con una spesa davvero esigua», sottolinea Proietti, elencando i 70 mila euro (più 40 per noleggiare l'aereo Antonov con cui trasportarlo) richiesti dal laboratorio di restauro ora a Bagdad; i 200 mila finora assorbiti, compresi i costi delle trasferte, dai lavori in Cina; i 400 mila destinati a Bam, la città iraniana dall'incredibile cittadella, che un sisma ha raso al suolo e dove, dopo la generale mobilitazione del mondo intero in suo soccorso, l'Italia «è rimasta la sola ad operare». Eppure, anche queste spese assai ridotte («in Cina, i nostri restauratori mangiano alla mensa dei colleghi locali») cadono sotto la scure dei "tagli" che la Finanziaria impone: «Il 30% di fondi in meno». In un suo viaggio, Proietti ha scattato una foto che riempie il cuore; sul museo di Kabul, appena riaperto, un lenzuolo appeso dai dipendenti, con sopra scritto: "A Nation stays alive when its culture stays alive", un Paese vive se vive la sua cultura; e lo slogan potrebbe valere anche per casa nostra, non è vero?



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news