LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Le Belle Arti e il fondo Patrimonio 1
Gordon Gekko
Sole 24 Ore Plus 5/11/2005

Era stato annunciato a settembre come il primo fondo immobiliare chiuso della Patrimonio Spa: da chiudersi in tempi stretti, cioè entro la fine di quest'anno. Per un valore da un minimo di un miliardo fino a un massimo di 1,5 miliardi di euro. A due mesi di distanza il dietrofront: il lancio di Patrimonio Uno sarà rinviato al 2006. La battuta d'arresto non sarebbe dovuta a un cambiamento di rotta ma piuttosto a un approccio più prudenziale voluto da Vittorio Grilli, il direttore generale del Tesoro che non ha firmato l'ok alla cartolarizzazione Scip3 e al fondo PatrimonioUno, due operazioni programmate per ridurre il deficit/Pil nel 2005 per almeno 2 miliardi. Tra le difficoltà che avrebbero frenato il lancio di Patrimonio Uno ci sarebbero stati i ritardi nell'individuazione degli immobili. E i dubbi sul collocamento delle quote: agli istituzionali o anche ai privati? Infine, le relazioni non proprio idilliache tra Domenico Siniscalco e Massimo Ponzellini, amministratore delegato della Patrimonio dello Stato Spa che alcuni rumors vedrebbero disponibile a prendere in considerazione altre offerte professionali. Queste le ragioni, alcune ufficiose altre meno, del momentaneo stop.
Ma, stando a una lettura di diversi operatori di mercato, ci sarebbe anche un altro motivo, per certi versi più banale. La causa può essere individuata in tre semplici articoli del codice dei Beni Culturali e del Paesaggio: 60, 61 e 62. Oggetto: prelazione. L'articolo 60 dice che il Ministero o la regione o l'altro ente pubblico territoriale interessato hanno facoltà di acquistare in via di prelazione i beni culturali alienati a titolo oneroso al medesimo prezzo stabilito nell'atto di alienazione. L'articolo 61 afferma che, nel caso in cui la denuncia di trasferimento dell'immobile sia stata omessa o presentata tardivamente oppure risulti incompleta, la prelazione è esercitata nel termine di 180 giorni dal momento in cui il Ministero ha ricevuto la denuncia tardiva. Infine, l'articolo 62 indica che il sovrintendente, ricevuta la denuncia di un atto soggetto a prelazione, ne dà immediata comunicazione alla regione e agli altri enti pubblici. Ora, stando alle indiscrezioni, la necessità di definire meglio il portafoglio degli immobili (anche sulla base di questa valutazione) e il rischio di andare incontro ai sei mesi di prelazione su diversi dei cespiti hanno suggerito il rinvio.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news