LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

VENETO/PEDEMONTANA: da gennaio il parere CIPE
04/11/2005 ASCA



(ASCA) - Venezia, 4 nov - La superstrada si snodera' per
circa 95 chilometri (cui si aggiungono circa 26 chilometri e
mezzo di viabilita' di adduzione) lungo una delle aree a
maggiore sviluppo industriale e produttivo del Veneto; il
costo previsto e' di circa 1.900 milioni di euro complessivi,
interamente finanziato: c'e' un contributo pubblico di 243
milioni di euro che la Regione ha gia' in cassa mentre la
parte restante sara' recuperata con il pedaggio. Quest'ultimo
avverra' con il sistema attualmente piu' moderno, che si
chiama ''monetica'', di fatto senza barriere e caselli
''tradizionali'', risparmiando territorio e favorendo un
migliore inserimento ambientale: un sensore posto su una
colonnina leggera' delle tessere magnetiche a scalare, oppure
registrera' la targa del veicolo in transito il cui
proprietario si vedra' recapitare a casa la richiesta di
pagamento. ''In ogni caso e' gia' previsto che i residenti
nei comuni della zona dove si snoda la superstrada - ha
ribadito Chisso - viaggeranno gratuitamente per i primi dieci
anni entro tratti di 15 chilometri dal casello piu' vicino
alla residenza. Nella gara per l'assegnazione della
concessione prevediamo un punteggio aggiuntivo per chi
proporra' condizioni migliori''.
La Commissione VIA ha esaminato tutte le 273 osservazioni
presentate, anche quelle pervenute dopo la scadenza
''ufficiale''. ''A tutte e' stata data risposta - ha
commentato Chisso - e abbiamo soddisfatto circa il 90 per
cento delle esigenze espresse dalle comunita' locali''.
L'intervento comprende 3 interconnessioni autostradali (A4,
A31 e A27), 14 svincoli, 2 aree di servizio, numerose opere
d'arte principali (12 viadotti e 8 gallerie) e minori (3
sottopassi, 28 sottovia, 57 cavalcavia, etc). Gli svincoli
saranno quelli di Montecchio Maggiore; Montecchio Arzignano;
Castelgomberto; Malo; Breganze; Mason Pianezze; Marostica
Nove; Bassano Ovest; Bassano Est; Cassola Loria; Riese Pio X;
Altivole; Montebelluna; Spresiano.
Il parere formulato dalla Commissione V.I.A. Regionale,
contiene valutazioni e proposte di ottimizzazione del
progetto, tra le quali la realizzazione ove possibile in
trincea per minimizzare l'impatto paesaggistico - ambientale;
il suggerimento di aumentare la permeabilita' dell'arteria
con la previsione di nuovi svincoli; la valutazione di
varianti di tracciato, privilegiando quelle che minimizzano
l'impatto territoriale e determinano minori interferenze con
gli abitati e, in generale, con gli edifici esistenti;
particolare attenzione e' stata posta agli aspetti connessi
alla vulnerabilita' idrogeologica della zona e a quelli di
natura atmosferica e acustica; sono state previste delle
mitigazioni, in corrispondenza dei siti piu' sensibili; sono
state previste misure compensative privilegiando il
rimboschimento di aree per la valorizzazione dei beni
architettonici e culturali interessati indirettamente dal
tracciato, per la valorizzazione delle zone di produzione dei
prodotti tipici locali e per le pertinenze fluviali.
fdm/cam/lv

(Asca)




news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news