LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caro-Cultura, l'Italia non teme concorrenti
Pamela De Pasquale
Il Salvagente 03-NOV-2005

Gli italiani a dieta, anche dopo l'estate. Non si tratta però dei soliti trattamenti snellenti che seguono abbondanti mangiate, ma di quel digiuno forzato che costringe molti a tenersi lontani da eventi culturali o prodotti mediali innovativi a causa del loro costo elevato. È una recente indagine dell'e-Media Institute a fare il punto sulla situazione del caro-cultura nel nostro paese, mettendoci a confronto rnn Francia, Germania, Gran Bretagna e Spagna. Dallo studio, che identifica un paniere di 11 prodotti diversi - dalla tv al cinema, dalla musica ai videogioehi per arrivale a libri e riviste - emerge come l'Italia sia al secondo posto (dietro la Gran Bretagna) nella classifica delle nazioni più care se si sommano le singole voci di spesa mentre se si considerano diversi "menu mediali' (spartano, intermedio o ricco) la situazione tende generalmente a migliorare.
Un altro dato interessante è l'ampiezza del campo di variazione tra i vari "menu". Per una famiglia abitante
in uno dei 5 paesi scelti dall'analisi, una dieta multimediale basica (canone tv, 4 biglietti di cinema, 2 ed audio e 2 Dvd, un quotidiano alla settimana, 16 tra settimanali e mensili, un videogioco e 2 best-seller) costa tra 400 e 500 euro l'anno senza contare i libri scolastici, le spese di telefonia mobile o fissa e l'accesso e una tv "premium") può arrivare a costare tra 2.100 e 2.800 euro in un anno, senza considerare tutte le altre spese culturali (come musei, teatri, concerti).
Curiosando tra le varie voci di spesa, si vede come stiano assumendo un ruolo da protagonisti nei consumi delle famiglie i prodotti tecnologici di nuova generazione, legati al boom multimediale. Sulle 11 voci prese in considerazione, ben 5 non possono ancora definirsi a pieno titolo "tradizionali": sono la pay tv, cd audio (che hanno ormai sostituito le cassette e i più voluminosi e fragili antenati in vinile), i Dvd, i videogiochi tascabili e per il televisore.
In quest'ultima fetta di mercato, la più avanzata frontiera del marketing non punta più solo su bambini e ragazzi, ma tenta di conquistare anche i quarantenni, una potenziale e ricca clientela di adulti sulla quale veicolare prodotti dedicati.
Ne è la prova l'ultima operazione di rilancio di Playboy, lo storico magazine delle conigliette: a dispetto dei suoi 50 anni, il fondatore della rivista Hugh Hefner è convinto di risollevare dalla crisi l'edizione cartacea offrendo anche una più discreta fruizione del prodotto via Internet, con tanto di gadget correlati e di videogame a base di morbide curve non più patinate, facilmente scaricabili dal web. L'operazione è partita a metà settembre, i risultati sono tutti da verificare.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news