LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Biblioteche, se a rischiare l'eresia.I tagli alla cultura e la difesa delle infrastrutture del sapere
di PAOLO FALLAI
31 OTT 2005 CORRIERE DELLA SERA cronaca Roma




come risparmiare sul costo di una casa abolendo il cemento armato. Sta per succedere alle biblioteche pubbliche romane come conseguenza dei tagli decisi dal governo alle risorse per la cultura. Significa mettere in pericolo una delle -basi della conoscenza, la struttura fondamentale che consente il libero accesso al sapere. E, in fondo, attaccare una delle ultime eresie consentite.
La biblioteca pubblica come luogo dove accedere liberamente, e senza pagare denaro, ai libri che la comunit decide di acquistare per tutti di per s un concetto eretico. Basterebbe citare, a questo proposito, lo scontro - tuttora vivo ma latente, come una brace dimenticata - sull'opportunit di far pagare una cifra per il prestito bibliotecario. Chi la osteggia si schiera a difesa di una trincea, l'ultima, dove non sia lo scambio di denaro a regolare i rapporti. Chi la sostiene sventola la bandiera del diritto d'autore, dimenticando che quel libro stato comunque acquistato e quindi la percentuale spettante all'autore regolarmente pagata. E facendo finta di dimenticare che ampliare la base della lettura porta sempre nuovi lettori che di solito poi comprano libri.
Ma non questa l'unica eresia, se guardiamo a cosa sono diventate le nostre biblioteche: a Roma ce ne sono 34 in muratura e una su quattro ruote, il Bibliobus, che viaggia talmente tanto che stanno per comprarne uno nuovo. Parliamo di 700 mila libri per un milione di utenti. Che si fa in questi posti? Si legge, direte voi. Non solo, dicono i bibliotecari. Si parla, ci si incontra, si discute. Gli anziani imparano a navigare su internet, i pi
giovani imparano a non diffidare delle parole e che non esistono solo suoni e immagini. il paese delle meraviglie? Proprio no, sono luoghi dove si rinnova tutti i giorni la fatica di stare insieme, sperimentando uno scambio costante. Sono le nuove piazze. C' qualcosa di pi eretico rispetto a un modello di convivenza che sembra volerci distanti gli uni dagli altri, separati e chiusi in casa, se non per diventare consumatori?
A Roma questa eresia emerge anche a livello politico, con una maggioranza di centrosinistra che sulle biblioteche ha scelto di investire con convinzione crescente, e una opposizione, per esempio An, che ha sostenuto e difeso questa impostazione. Il problema il moltissimo che resta da fare: c' da vincere la scommessa di una sede degna per la Centrale ragazzi, c' da inaugurare la nuova biblioteca di Acilia - la prima che viene pensata in una comunit nello stesso momento in cui si progettano nuove abitazioni e nuovi servizi - c' concludere la ristrutturazione a Marconi, alla Borromeo, all'Orologio. Se mancheranno le risorse sar un colpo durissimo per Roma: siamo troppo fragili per fare a meno del cemento armato.
P.S. Con il prossimo mese di aprile arriver a scadenza, insieme all'amministrazione, anche la presidenza dell'Istituzione biblioteche guidata da Igino Poggiali. Quelli che non lo conoscono potrebbero definirlo un tecnico: ex presidente dell'Associazione italiana biblioteche, un esperto stimato in tutto il mondo. Ma veramente troppo poco per definire una persona competente e appassionata che riuscita a guadagnarsi U rispetto di tutte le forze politiche senza rinunciare alla propria coerenza. Con i tempi difficili che stiamo vivendo, ci mancherebbe solo che il Comune di Roma se lo lasciasse scappare. Cos, oltre al cemento armato, perderemmo anche l'architetto. Francamente non ce lo possiamo permettere.



news

16-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 NOVEMBRE 2019

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

Archivio news