LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ostra Vetere, la nuova campagna di scavi della Soprintendenza nell’area archeologica
Raoul Mancinelli
30/10/2005 Corriere Adriatico


Alla ricerca dei resti del teatro romano


OSTRA VETERE -Il Progetto di valorizzazione dell’area archeologica di Ostra Vetere sta proseguendo con successo anche grazie alla collaborazione della Soprintendenza ai beni archeologici delle Marche e del Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna. Un’iniziativa, quella messa in piedi dal sindaco Massimo Bello e dall’assessore ai beni ed ai servizi culturali Susanna Massi, che ha l’obiettivo di recuperare e ridare vita ad un insediamento romano importante. Insediamento, tra l’altro, che in questo anno ha già avuto centinaia di visitatori e turisti.

Il nostro interesse, quello della Soprintendenza e dell’Università coincidono - dice il sindaco Massimo Bello - perchè è negli obiettivi del Comune fare il possibile per giungere alla piena valorizzazione dell’area, e in quest’ottica si inquadra anche il Protocollo d’intesa sottoscritto con la stessa Soprintendenza e col Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna, che prevede di metter in esecuzione un progetto di ricerca archeologica finalizzato alla ricostruzione dell’antico insediamento romano, alla sua tutela ed all’inserimento quindi di Ostra Vetere nei percorsi storici, culturali e turistici nazionali ed internazionali”.

In proposito, da alcuni giorni è scattata anche la campagna di scavi sull’area del teatro, seguita dalla Soprintendenza archeologica con il coordinamento del dottor Maurizio Landolfi. Sono partiti, infatti, nella zona archeologica delle “Muracce” i sondaggi col metodo stratigrafico, in un quadro di notevole spessore scientifico, se si considera appunto che quel tratto di area archeologica non risulta più indagato da oltre cento anni, ovvero da quanto il maggiore Baldoni effettuò, ai primi del novecento, i primi importanti scavi sulla città romana.

Della nuova campagna avviata a Ostra Vetere, Landolfi delinea metodica e finalità: Abbiamo deciso di muoverci con una indagine mirata sul teatro e l’obiettivo è quello di conoscere meglio il monumento, del quale il Baldoni fece una prima rilevazione. Occorre verificare se quel rilievo corrisponde allo stato di fatto attuale, ed è necessario procedere con cautela, specie quando inizieremo a trovare sulle strutture terra viva e non di riporto”. ”Indagare il teatro - continua Landolfi - ha richiesto da parte nostra un paziente e circostanziato approfondimento documentale: in questi casi si procede contestualmente con lo scavo materiale e con una consultazione metodica di tutte le fonti e gli studi a disposizione. Non è possibile anticipare quali risultati potrà dare questo lavoro. L’ultimo intervento, però, ci aveva portato ad una interessante scoperta: sull’area delle terme era stato posto in luce un pavimento d’età tardo-repubblicana sottostante a quello che affiorava in superficie. Negli obiettivi, l’indagine sul teatro dovrebbe concludersi, se sarà possibile, con l’approntamento delle condizioni che rendano fruibile il monumento. Il vero problema -conclude Landolfi- è quello dei finanziamenti. Disponiamo di fondi modesti, e l’auspicio è che un intervento esterno, anche da parte di uno sponsor, ci permetta di fruire di fondi supplementari.

RAOUL MANCINELLI



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news