LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Scala, Berlusconi vuole un dossier
Pierluigi Panza
Corriere della Sera 29/10/2005

MILANO — Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha chiesto al ministro per i Beni Culturali Rocco Buttiglione un «dossier» sui dipendenti della Scala. La richiesta è avvenuta ieri nel corso di un Consiglio dei ministri durante il quale Buttiglione ha sottolineato di non condividere i tagli della finanziaria al Fus ma di essere pronto ad avviare una razionalizza-zione del settore. A questo punto il premier, che aveva parlato di «mille lavoratori alla Scala dove ne basterebbero 400» ha chiesto di ricevere una documentazione adeguata sulla Scala per valutare se effettivamente, diminuendo i tagli al Fus e razionalizzando, si possono ottenere risultati che salvino la lirica.
«Non commento indiscrezioni — ha dichiarato Buttiglione — ma si tratta di una documentazione che preparerò e che servirà a chiarire la necessità di un'opera di razionalizzazione» (blocco assunzioni, contenimento integrativi, scambi tra teatri) e non di tagli. Le reazioni a caldo dei sindacati sono state taglienti: «Non abbiamo niente da nascondere — afferma Nicola Cimmino, Cgil—, ma un ballerino della Scala dovrà pur guadagnare di più di una velina!». «E' un tentativo rozzo di giustificare politicamente i tagli», afferma il segretario della Slc-Cgil Bruno Cerri. Mentre Domenico Dentoni (Uil) ricorda che «attualmente il numero dei lavoratori della Scala è sotto organico rispetto al tetto di 800 fissato per legge».
Quanto all'assemblea di ieri pomeriggio alla Scala, i 500 lavoratori presenti hanno deciso di leggere un comunicato alla prima del «Pelléas et Mélisande» per sensibilizzare l'opinione pubblica sul valore di «coesione sociale e di opportunità di lavoro» della cultura, valore che i tagli metterebbero a rischio. Mercoledì è stato fissato un incontro con i sindacati degli altri enti e per il 12 e 25 novembre si stanno varando iniziative di sensibilizzazione.
Ultimo aspetto, il rinnovo del Cda della Scala. In assemblea i lavoratori hanno chiesto che sia «aperto e pluralista». Ieri è arrivata la risposta del sindaco alla richiesta della Provincia di nominare un membro nel Cda. «Secondo l'attuale Statuto, la richiesta non può essere accolta, perché, al momento, non è socio permanente e negli ultimi quattro anni non ha versato il contributo minimo di 516mila euro» (ne ha messi 103). «Nell'Assemblea del 2 novembre, verranno comunque esaminate modifiche allo Statuto». Ieri mattina, alla presentazione della stagione della Filarmonica, il presidente del Conservatorio, Francesco Micheli, ha suggerito di valutare l'opportunità di una modifica di statuto che porti da 7 a 9 i membri del Cda. Soluzione che non vede contrari i sindacati. Per il sovrintendente Stéphane Lissner, «nonostante le polemiche esterne, l'atmosfera all'interno del Piermarini va di meglio».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news