LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vasi rubati in Italia anche al Met
Paolo Mastrolilli
La Stampa 29/10/2005

Dopo il Getty Museum di Los Angeles, adesso la volta del Metropolitan di New York. Secondo il Los Angeles Times, gli investigatori italiani hanno ottenuto le prove definitive che uno dei vasi greci pi preziosi del museo sulla Fifth Avenue stato rubato vicino Roma. Il Vaso di Euphronios era stato acquistato dal Met nel 1972, e aveva subito scatenato polemiche. Il direttore del museo, Thomas Hoving, aveva dichiarato di averlo comprato dal mercante d'arte Robert Hecht, che sosteneva di averlo ricevuto da una famiglia libanese. Questa famiglia aveva ottenuto il vaso in Italia molto prima che entrassero in vigore le leggi contro l'esportazione delle opere antiche, e quindi la transazione era regolare. Le autorit americane avevano aperto un'inchiesta, insieme ai colleghi di Roma, ma non erano riuscite a provare che il vaso era stato trafugato. Quindi il Metropolitan aveva sempre rifiutato di restituirlo.
Ora la situazione sarebbe cambiata, in base a diversi fatti nuovi. Gli investigatori italiani hanno trovato il manoscritto delle memorie di Hecht, che racconta una versione diversa. Il mercante scrive che nel 1971 era stato
contattato da Giacomo Medici, un commerciante di arte gi condannato per un altro episodio. Medici gli aveva mostrato una fotografia del prezioso Vaso, che ritraeva una scena dell'Iliade, dicendo di averlo in una cassetta di sicurezza in Svizzera. Un'ora dopo i due erano partiti in aereo per Milano e avevano proseguito in treno per Lugano. Appena vista l'opera Hecht aveva offerto 380 rnila dollari a Medici, fermandola con un anticipo in contante di 40.000 dollari. Quindi era andato a sciare. Questa versione stata confermata anche da Marion Trae, la curatrice del Getty Museum in attesa di giudizio per aver trafugato altre opere dall'Italia. Lei ha detto che Dietrich von Bothmer, suo collega del Met, le aveva mostrato una foto della tomba di Cerveteri dove era stato rubato il Vaso. Hoving, che in passato aveva ammesso di aver comprato opere senza preoccuparsi troppo della loro provenienza, ha commentato cos: Le memorie di Hecht sono una prova molto importante. Mettono l'ultimo chiodo nella bara sull'origine dell'opera. Medici, e Bothmer hanno smentito tutto e Hecht ha detto che le sue memorie erano solo fantasia. Ma ora l'Italia potrebbe chiedere la restituzione, anche se i tempi per un procedimento legale sono scaduti.



news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news