LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

I beni culturali, vittime eccellenti del taglia-spese
Ledo Prato
Brescia oggi 28/10/2005

In questi giorni la stampa (e quindi anche questo giornale) si sono occupati dei cosiddetti tagli alla cultura, frutto del combinato disposto di quanto previsto nel disegno di legge sulla Finanziaria 2006 e del cosiddetto "decreto taglia-spese". A tutto questo si deve aggiungere la fine infausta che ha fatto il decreto-legge sul cinema che stato recuperato all'ultimo momento trasformandolo in un disegno di legge, sembra, sostenuto dalla maggioranza e dall'opposizione.
Molti autorevoli esponenti della cultura, soprattutto attori registi, musicisti, ma anche i sovrintendenti delle istituzioni liriche, hanno denunciato i rischi connessi con tagli alle risorse statali, che si aggiungono a quelli gi effettuati negli anni scorsi, e gli effetti che la diminuzione di risorse trasferite dallo Stato agli enti locali avranno sulla cultura italiana. Insomma un quadro a tinte fosche.
Non cipossiamo nascondere le difficolt in cui versa la finanza pubblica e gli impegni da rispettare in sede europea. E quindi non si pu escludere che ci sia bisogno di sacrifici e rigore nella spesa. Ma ci che sorprende questo ricorso indistinto ai tagli, senza finalizzazioni, senza verifiche circa la sostenibilit degli stessi tagli, senza mettere in relazione gli interventi di contenimento della spesa con gli effetti diretti e indiretti che essi hanno.
Prendiamo i beni culturali, di cui forse si parlato e scritto meno rispetto agli altri settori. Da tempo si avverte nelle sovrintendenze, nei musei, nelle aree archeologiche, nelle biblioteche, negli archivi, un disagio profondo e diffuso. Porche ormai in discussione non la ricerca o la pratica del restauro, ridotti al lumicino da anni, ma la ordinaria gestione. Mancano cio i mezzi indispensabili per assicurare il funzionamento dei servizi. Sono stati fatti esempi concreti di queste difficolt. L'ultimo in ordine di tempo di Luciano Marchetti, Direttore regionale del Lazio, il quale paventa la possibilit che, non potendo pagare la bolletta della luce, si debbano chiudere di nuovo i musei alle 14.
Al momento le minacciate dimissioni del Ministro Buttiglione non hanno avuto l'effetto auspicato. E cio un sussulto del Governo e del Parlamento per rivedere le scelte annunciate o fatte. Anzi si registrano dichiarazioni "insofferenti" nei confronti di chi denuncia i rischi di sforbiciate da "ragionieri". Pu essere che anche nel settore dei beni e delle attivit culturali si debba fare uno sforzo per razionalizzare la spesa, combattere gli sprechi, rivedere i costi di produzione e persino l'organizzazione del lavoro, oltre che favorire un pi stretto coordinamento tra tutto il sistema pubblico per evitare sovrapposizioni inutili. Cos come vanno meglio esplorate le possibilit di realizzare rapporti meno casuali con i privati e con le Fondazioni di origine bancaria. Ma perch questo avvenga occorre del tempo, indicando obbiettivi e modalit con cui procedere.
E non fa bene alla causa chiedere solo pi risorse senza nulla dire o fare per migliorarne l'uso. In questo ambito sarebbe stato utile ed efficace che, sul tema, non si esprimessero solo gli "addetti ai lavori" ma che si cercassero alleanze e nuovi sostenitori.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news