LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA: L’arte del dopoguerra patrimonio da tutelare
di FABIO ISMAN
Venerdì 28 Ottobre 2005 , Il Messaggero



ROMA - «Stiamo lavorando già da un paio d’anni; entro il 2009, concluderemo il censimento in tutt’Italia; per ora, abbiamo portato a termine quello di Roma: nella Capitale, abbiamo individuato 92 edifici, o complessi architettonici, costruiti nel dopoguerra e degni di essere conservati e in buona misura tutelati e protetti. In tutt’Italia, fino a oggi, 1.764 complessi, di cui 200 d’eccellenza; alla fine, saranno però svariate migliaia», spiega Pio Baldi, 60 anni, l’architetto che, al ministero per i Beni culturali, dirige il dipartimento per l’Arte contemporanea. Sarà il “volto architettonico” dell’Italia nel secondo dopoguerra, degli anni più recenti, del nostro tempo: gli edifici con più di 50 anni d’età si possono vincolare; quelli più recenti, no. Architetto Baldi, come pensate di poterli difendere? «Con degli “zuccherini” e non con martellate: erogando fondi per il loro restauro, la manutenzione, prevedendo incentivi per chi vorrà prodigarsi in loro favore, anche inserendoli in alcune “liste d’eccellenza”; facendoli conoscere per il valore che è loro intrinseco; dichiarandoli, come stiamo facendo, patrimonio essenziale del nostro Paese».
Ci sono realizzazioni d’un po’ tutti i maggiori architetti: dagli scomparsi Giò Ponti e Ludovico Quaroni, allo studio BBPR, a Giancarlo De Carlo che se n’è andato da poco, fino a Renzo Piano, Vittorio Gregotti, Gae Aulenti e Paolo Portoghesi, che invece sono ancora in piena attività. Ai grattacieli (come il Pirelli e la Torre Velasca di Milano) si mescolano le chiese (la co-cattedrale di Taranto, e quella di Riola di Vergata, provincia di Bologna, di Alvar Aalto) e le moschee (quella di Portoghesi); le ville (quella Crespi a Napoli, di Papanowski); le palazzine; gli edifici famosi (La Rinascente di piazza Fiume a Roma); i complessi sportivi come il Palazzo e il Palazzetto dello Sport dei Nervi, a Roma; interi quartieri (il campus scolastico di Pesaro, opera di Carlo Aymonino), gli uffici (quelli della Zanussi a Pordenone, di Gilberto Valle), gli ospedali (quello Cattinara a Trieste, di Semerani-Tamaro-Celli), le case-torre di Mario Ridolfi a Roma, in viale Etiopia, o l’auditorium Paganini che Renzo Piano ha edificato a Parma; c’è anche un cimitero: quello a Parabita in provincia di Lecce, firmato da Alessandro Anselmi. E non mancano la Fondazione Querini di Venezia, di Carlo Scarpa; la sede romana del Banco di Roma, opera di Ludovico Quaroni; lo stabilimento Olivetti a Pozzuoli di Cosenza-Nizzoli-Porcinai.
Un censimento così, in Italia, non era mai stato operato: coniuga la rilevanza delle esecuzioni alla loro qualità, al valore storico e artistico degli edifici e di interi complessi; indica a chiunque quello che è considerato il meglio della nostra architettura più recente, delle realizzazioni contemporanee a noi. All’estero, ad esempio in Francia, sono già tutelate e difese, anche segnalate da tempo; ora, anche il nostro Paese colma una sua lacuna, un ritardo che lo caratterizzava



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news