LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

NOTTE BIANCA: Spinosa accusa "Troppa sciatteria"
ANGELO CAROTENUTO
La Repubblica, cronaca Napoli 28-OTT-2005




Capodimonte: chiuso. La Floridiana: chiusa. Le biblioteche: chiuse. È la mappa nera della Notte bianca, una resa ai rischi e alle paure, alla droga nel bosco e agli scippi al Vomero. Tutto concordato tra la soprintendenza al Polo museale e la rappresentanza dei sindacati unitali, perché «quest'evento, per quel che ne so, è un modello incredibile di improvvisazione e di sciatteria», il timbro finale messo da Nicola Spinosa sulla polemica. Tutto mentre l'Unione generale lavoratori dei beni culturali scrive a Roma, chiedendo un coinvolgimento all'ultimo istante utile.
Una rivendicazione che tira in ballo i 120 mila euro di incentivi stanziati dalla Notte bianca di Veltroni per i 700 lavoratori dei Beni culturali. «Questa invece è una festa a mezzo servizio», recrimina il responsabile sindacale Ugl, Renato Petra. Ma la chiusura di Capodimonte e della Floridiana era concordata coni colleghi delle altre sigle, ci tiene a precisare il soprintendente al Polo museale. E non per motivi economici.
«Il parco di Capodimonte è a rischio durante il giorno, a maggior ragione lo sarebbe di notte. Per le mostre di Caravaggio e di Velàzquez - racconta Spinosa - riuscimmo a ottenere una postazione stabile di carabinieri e polizia all'esterno dei cancelli. Ebbene, gli scippi non furono evitati, come del resto accade ogni giorno dalle nostre parti».
Un allarme o una resa, oppure tutt'e due, nella notte in cui Napoli chiama la folla in strada con la pretesa o il sogno di vivere da città normale. «Il bosco è occupato da scippatori, esibizionisti, spacciatori e consumatori di droga. L'esperienza precedente di tenere aperto il museo di Capodimonte fino alle 23, fece registrare una media di visitatori pari a 2 per sera. Parliamo della Floridiana? Ha un impianto elettrico adatto all'apertura fino alle 14: non può sostenere consumi fino a notte inoltrata. Per non dire che anche lì c'è il rischio di scippi e droga. Questa realtà non può essere scoperta solo in occasioni di iniziative del genere. Veltroni lavora un anno per la sua Notte bianca, noi improvvisiamo. Io, per esempio, ho saputo pochi giorni fa».
Restano a disposizione dei visitatori il museo di San Martino, Castel Sant'Elmo, villa Pignatelli. Fino all'una della notte. «A villa Pignatelli - continua Spinosa - sono riuscito a organizzare degli spettacoli teatrali con l'assessore Furfaro. A San Martino terremo la chiesa illuminata. Ma per quel che ne so io, questa notte bianca, è un modello di improvvisazione e di sciatteria. In una città che di giovedì, venerdì e sabato è a rischio anche solo a mezzanotte, che cosa accadranno alle prime ore dell'alba? So che potrei essere accusato di disfattismo. Bisogna guardare la realtà dei fatti, ecco la verità. Non me la prendo con il sindaco, ma siamo in una situazione difficile. Molto difficile».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news