LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quando i monumenti giocano a nascondino
di Silvino Gonzato
Giovedì 27 Ottobre 2005 L'Arena



L’ultimo è Castelvecchio «sparito» dietro un gigantesco cartellone pubblicitario


Una mattina al mese una insegnante di scuola media porta i suoi alunni a spasso per Verona. E’ una brava insegnante che ha sempre delle idee innovative e concepisce la didattica in modo dinamico e brioso. L’itinerario della passeggiata è sempre lo stesso, tanto che i ragazzi lo conoscono a memoria, ma ciò non impedisce loro di prestare sempre la massima attenzione a quello che vedono. Anzi, sono talmente concentrati che, di tanto in tanto, prendono appunti su di un notes di pronto impiego che portano appeso al collo con una cordicella colorata. Il comportamento diligente e responsabile è motivato dal fatto che all’indomani di ogni uscita devono svolgere un tema che ha sempre lo stesso titolo: «Quali monumenti cittadini è riuscito stavolta a nascondere l’assessore Pozzerle con i suoi giganteschi cartelloni pubblicitari? Quale palazzo, castello, chiesa o scorcio di panorama ha cancellato dal paesaggio questo mese? Cercate di indovinare i monumenti mancanti e descriveteli secondo il ricordo che ne avete».
Indubbiamente uno dei modi per imparare vieppiù a conoscere la propria città è anche questo e ne va dato merito all’assessore Pozzerle cui la brava insegnante, dopo aver corretto i temi, spedisce una cartolina, firmata da tutta la classe, con l’immagine del monumento disperso. L’ultima cartolina, imbucata ieri, è stata quella di Castelvecchio. Della sua assenza si sono accorti 18 alunni su 23 (uno era a casa ammalato). Dei cinque alunni che non hanno svolto correttamente il tema, tre sono extracomunitari appena aggregati alla classe e due sono scusabili perché non avevano partecipato alla prima uscita quando Castelvecchio c’era ancora. Tutti e cinque hanno però notato accanto all’Arco dei Gavi un’enorme rèclame annunciante, secondo loro, l’apertura di un supermercato di scarpe. In realtà l’immenso pannello che azzera settecento anni di storia e su cui campeggiano una scarpa e uno stivaletto, pubblicizza un negozio del centro che esiste già. Un solo alunno dei 23 che si sono accorti della sparizione del castello ha collegato (è figlio di un ingegnere ed è il primo della classe) la scarpa del pannello al nome dell’architetto che nei primi anni Sessanta ne ha diretto i lavori di restauro, Carlo Scarpa, ipotizzando che l’assessore Pozzerle abbia così preso due piccioni con una fava: il piccione del finanziamento che gli permetterà di rimettere a posto merli e camminamenti e quello della riconoscenza nei riguardi di un geniale professionista.
Sono ormai parecchi anni che i monumenti di Verona spariscono all’improvviso dietro marche di caffè o di pannoloni per poi comparire, magari con qualche variazione rispetto all’originale, quando ormai ci avevi tirato una croce sopra. Alcuni riappaiono solo parzialmente. Il «nascondino» architettonico è in auge anche in altre città e la differenza sta solo nel genere di pubblicità con cui si incartano i beni culturali. Da noi adesso vanno le scarpe a collo alto e gli stivaletti da palude per acchiappare le anatre riottose al test dell’influenza aviaria. In generale, gli assessori ai lavori pubblici, d’accordo con quelli all’arredo urbano, sembrano aver maturato una nuova concezione del bene culturale che lo vede subalterno alla pubblicità al punto da diventarne occulto supporto. Ed è partendo alla scoperta di questi supporti che una brava insegnante e diligenti alunni cercano di ricostruire il volto di una città nascosta.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news