LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Buttiglione minaccia la crisi di governo
Il Piccolo, 27/10/2005

Il ministro della Cultura avverte: «Le risorse a mia disposizione sono del tutto insufficienti

ROMA «La famiglia non si tocca oppure salta tutto»: così il ministro dei Beni Culturali, Rocco Buttiglione commenta l'ipotesi di una riduzione delle risorse stanziate in Finanziaria per le politiche familiari. «Sento delle voci che non mi piacciono per niente», ha detto Buttiglione per il quale «se si dovessero toccare le risorse destinate alla famiglia si rimetterebbe inevitabilmente tutto in discussione». Ma il ministro è impegnato anche su un altro fronte: quello dello spettacolo che, per ironia della sorte o per le maliziose alchimie di Tremonti, beneficerebbe di eventuali tagli al fondo per le famiglie (leggi il pezzo qui accanto, ndr.)
Buttiglione, come si ricorderà, ha minacciato di lasciare la poltrona ministeriale se ci saranno tagli: «Non so se le mie dimissioni apriranno una crisi politica - ha detto Buttiglione - ma io giudico le risorse a disposizione del mio ministero del tutto insufficienti. Dunque, se verranno confermati i tagli, dovranno cercare qualcuno più bravo di me capace di gestire le cose con le poche risorse che ci sono. Io non ne sono capace e sono pronto ad andarmene».
Buttiglione ha quindi spiegato che «non è solo una battaglia per il cinema o la lirica, ma anche per la prosa, per i musei, libri, per gli archivi. Dobbiamo difendere il paese su tutto questo ampio fronte».
La manovra che sposta i soldi dalla famiglia allo spettacolo non piacciono ai Ds. «Soldi che sono certo meglio di niente, ma non sono sufficienti» ha dichiarato in una nota la senatrice Vittoria Franco, responsabile nazionale diessina per la Cultura commentando la notizia che il Fus (Fondo unico per lo spettacolo) verrebbe parzialmente reintegrato nel maxiemendamento alla Finanziaria con una parte dei 140 milioni di euro distolti dagli stanziamenti per la famiglia.
«Se le notizie confuse di oggi (ieri per chi legge, ndr.) verranno confermate, le proteste del mondo dello spettacolo avranno avuto qualche effetto - dichiara la senatrice Franco -Tuttavia va sottolineato che anche se i 140 milioni di euro distolti dal Fondo per le famiglie venissero interamente devoluti al Fus, cosa che non sembra, esso non verrebbe reintegrato neppure rispetto alle cifre dello scorso anno».
In secondo luogo, continua il comunicato: «è chiaro che una scelta di questo genere evidenzia in quale conto il governo tiene sia i beni culturali che la famiglia».



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news