LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

(Napoli) San Domenico ritrova la guglia. Via al restauro con finanziamenti privati.
Paola Perez
IL MATTINO, 26-OTT-2005





Inaugurazione fra otto mesi. Lavori promossi dall'associazione Incontri napoletani Prossima tappa piazza del Ges

L'AVVIO ufficiale dell'intervento fissato per domani, ma gi da qualche giorno si lavora all'installazione dei ponteggi. La guglia di San Domenico Maggiore torna a nuovo splendore grazie al restauro promosso dall'Associazione Incontri Napoletani con il contributo della Fondazione Banco Napoli, il sostegno degli enti locali, la direzione tecnica della Soprintendenza per i Beni architettonici. Nel giro di otto mesi verr restituito alla citt un monumento che per anni ha dovuto sopportare gli attacchi dell'ambiente - piogge acide, smog, guano di piccione - e ora desidera mostrare in tutta la sua luce il basamento di piperno, la struttura in bardiglio grigio, le decorazioni in marmo bianco di Carrara.
Il recupero della guglia coster 154mila euro. Davvero poca cosa, se la rapportiamo all'importanza del paziente da curare. Il risparmio sulle spese frutto di un circolo virtuoso - spiega la scrittrice Tina Giordano Alario, presidente dell'associazione -per realizzare questi interventi si parte con l'autotassazione dei soci, si va avanti con il contributo economico di aziende che ricevono in cambio un ritorno in termini pubblicitari e ci si pu avvalere di servizi a prezzo ridotto offerti dalle ditte specializzate. Se questo re-styling si dovesse realizzare con una gara pubblica, mi hanno spiegato i tecnici del Comune, si spenderebbero 90mila euro soltanto per i ponteggi. Programmi per il futuro? Il nostro prossimo impegno potrebbe essere la Madonna Immacolata di piazza del Ges.
Societ civile e imprenditori in campo per l'arte al fianco delle istituzioni: un esperimento che funziona e che, probabilmente, dovrebbe essere proposto molto pi spesso. Il restauro della guglia di San Domenico - commenta Amedeo Lepore, assessore comunale all'edilizia monumentale - il classico esempio di come si pu bene operare con una forma di proficua collaborazione tra pubblico e privato.
L'importanza di questo monumento va ben oltre il suo valore artistico - ricorda Ida Maietta, direttore scientifico dei lavori per la Soprintendenza - la guglia venne realizzata tra il 1658 e il 1737 per volere dei monaci, che desideravano ringraziare San Domenico per aver salvato Napoli dalla peste. La statua in bronzo del santo, proprio in cima, un capolavoro: purtroppo non si pu ammirare se non dai piani alti dei palazzi circostanti. Il progetto venne commissionato a Bartolomeo Picchiatti, gli interventi decorativi furono eseguiti in successione da Cosimo Fanzago, Lorenzo Vaccaro, Domenico Antonio Vaccaro.
L'intervento di restauro partir da un sondaggio del monumento per verificare se la struttura interna, composta da mattoni di tufo, abbia mai subito cedimenti. Quindi si passer alla pulitura del marmo, da attuare con metodi non invasivi - precisa Ida Maietta - per evitare gli errori commessi durante il precedente trattamento, che risale agli anni '80. La cancellata rester al suo posto: pur non essendo in armonia con la guglia, si rivelata funzionale per proteggerla. In pi, dovrebbe essere adottato un sistema di dissuasori chimici per tener lontani i piccioni e i loro ricordini, che possono recare grave danno all'opera d'arte.



Un laser per diagnosi e terapia
Nell'ottica di una mobilitazione corale per il salvataggio dei nostri tesori d'arte, le ditte Giovanna Izzo (restauro) e De Chiara (ponteggi) partecipano al recupero della guglia a costi contenuti. Completamente gratuito il servizio offerto dalla Strago, impresa specializzata nell'uso di tecnologie scanner laser: i rilievi del monumento, ottenuti con una serie di scansioni termografiche, serviranno per valutare lo stato di salute della struttura e calibrare le modalit di intervento in corso d'opera.

Dalla chiesa del Purgatorio a San Gennaro
Grazie all'impegno dell'associazione Incontri Napoletani gi stato possibile recuperare l'affresco di Mattia Preti sulla Porta San Gennaro, i cavalli di bronzo donati dallo zar Nicola I a re Ferdinando II, la Ruota dell'Annunziata, le tele di Andrea Vaccaro, Girolamo De Magistro, Luca Giordano e Giacomo Farelli nella chiesa del Purgatorio ad Arco. Ultima impresa la guglia di San Gennaro in piazzetta Riario Sforza (nella foto), ex voto in onore del Patrono dopo l'eruzione del Vesuvio del 1631.




news

18-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news