LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Ponte, fondi europei a rischio «Via a procedura d'infrazione»
Giuseppe Sarcina
CORRIERE DELLA SERA, 26-OTT-2005




Bruxelles: «L'opera danneggia la fauna aviaria». Matteoli: risponderemo

STRASBURGO — Lo studio di «impatto ambientale» non è «soddisfacente». Così la Commissione europea mette sotto osservazione il Ponte sullo Stretto di Messina. La portavoce del titolare all'Ambiente, il greco Stavros Dimas, ieri ha confermato l'avvio formale di una procedura d'infrazione a carico del governo italiano, anticipata da indiscrezioni di stampa. Il progetto, fanno sapere da Bruxelles, «non rispetta i requisiti» previsti dalla normativa, in particolare una direttiva del 1979 che impone agli Stati di proteggere le rotte battute dagli uccelli migratori. «Ora l'Italia — dice ancora la portavoce di Dimas — ha due mesi di tempo per rispondere». In caso di inadempienza, viene fatto notare, la Ue non parteciperà al co-finanziamento dell'opera.
Da Roma la prima replica è quella del ministro dell'Ambiente, Altero Matteoli: ««La procedura di infrazione è stata annunciata ma non è ancora arrivata» ha risposto il ministro dell'Ambiente, Altero Matteoli. «Se arriverà leggeremo le motivazioni e risponderemo. La decisione politica del governo comunque rimane quella di realizzare il Ponte». La mossa di Bruxelles, comunque, riapre la polemica infinita. Gli ambientalisti esultano, a cominciare da Pulco Pratesi, presidente del Wwf, autore del reclamo all'origine della procedura. I Verdi, avversari storici del Ponte, sia a Strasburgo (Monica Frassoni, co-presidente del gruppo) che a Roma (Alfonso Pecoraro Scanio, Anna Donati) notano che il progetto è contro le norme europee e che, dunque, non potrà essere finanziato con i fondi di Bruxelles. Sulla stessa linea l'eurodeputato dei ds, Claudio Fava.
La questione del finanziamento, in ogni caso, non è ancora definita. Il Ponte sullo Stretto è stato inserito, dopo un lungo tira e molla, nella lista delle 29 «grandi opere di interesse europeo», il cosiddetto «piano Ten» approvato dai Capi di Stato e di Governo nel dicembre 2003. In teoria la maggior parte dei costi dovrà essere coperta con risorse statali o con investimenti di privati. La Commissione si è impegnata a partecipare con un contributo del 30% solo per facilitare la costruzione di spezzoni o tratti «transfrontalieri» (gallerie, valichi eccetera) . Per tutto il resto il gettone è fermo al 10%. La regola vale anche per il Ponte, il cui costo è stimato in 6 miliardi di euro. Al momento, dunque, il finanziamento annullabile sarebbe pari a 600 milioni di euro. Da qualche mese, però, Consiglio e Parlamento stanno discutendo se e come aumentare la quota. Ma tutto dovrà essere in ordine.



I tempi.
Ora l'Italia ha due mesi di tempo per rispondere. In caso di inadempienza la Ue non parteciperà al cofinanziamento dell'opera

6 miliardi di euro
Questo è il costo stimato per il Ponte sullo Stretto. Il finanziamento annullabile sarebbe pari a 600 milioni di euro

COME SARA'
La simulazione al computer di come sarà il Ponte sullo Stretto, che metterà in collegamento la Calabria con la Sicilia. L'apertura al traffico è prevista per la primavera del 2012. La gara di appalto è stata vinta da Impregilo



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news