LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SUD ED ECONOMIA: L'Europa attende il Mezzogiorno
DIEGO GUIDA
25/10/2005 La Repubblica, Napoli





Napoli chiama, Roma risponde e Bruxelles rilancia sollecitando proposte. I giochi sono fatti: è arrivato il momento di approntare piani fiscali seri per rilanciare davvero il nostro Mezzogiorno. Stavolta a parlare di impegni concreti per il rilancio del Mezzogiorno non sono più solo i napoletani, i meridionali, ma finalmente il segnale ci arriva forte e chiaro da una voce che, seppure del Sud, rappresenta il nostro attuale governo: il ministro Miccichè. Dobbiamo riconoscere che il segnale favorevole è stato raccolto anche dai commissari europei, da Bruxelles, dove si sono dichiarati disponibili a discutere della "cosa".
E non si venga a dire che si tratta di manovre elettorali, non si trovi la solita giustificazione per sostenere che si tratta solo di promesse strumentali per il consenso popolare: gli scranni al Parlamento europeo non sono in discussione, stavolta l'op-portunità è concreta e non deve assolutamente essere sprecata. La prima mossa è finalmente venuta dal nostro ministro dell'Economia Giulio Tremonti, che dopo tante richieste di interessamento verso i problemi del Mezzogiorno da parte dei suoi predecessori ben più attenti ai problemi del Sud, ha capito che è utile non solo politicamente aprire il fronte europeo chiedendo alla Uè di superare i vincoli sulla fiscalità di vantaggio al Sud. In questa occasione non si deve puntare ad aprire il negoziato con Bruxelles per ottenere l'autorizzazione ad attuare interventi sulla differenziazione regionale delle aliquote sui profitti più volte affrontate: manovre di tal genere sono già state ritenute vietate ai sensi dell'articolo 92 del Trattato europeo. Stavolta bisognerà puntare sulla detassazione degli investimenti realizzati nel Mezzogiorno, una manovra dunque che dovrà intervenire sugli incentivi per attirare i capitali che dovranno venire da fuori per esse -re impegnati nel nostro Sud. Questo significherà sollecitare una modifica del trattato UE?
Forse sì, ma a guardare bene le realtà degli altri paesi della UE, è poi vero che si tratterebbe di una richiesta solo italiana? Non è vero infatti che all'interno dell'Europa sono in concorrenza tra loro ben 10 aliquote e 15 sistemi fiscali diversi come già ampiamente dimostrato in tutti gli studi e in tutte le ricerche fino a oggi realizzati? È dunque vero che la tanto declamata armonizzazione fiscale della UE è una realtà solo sulla carta?
La vera guerra economica la si sta già combattendo rilanciando proprio al ribasso il sistema delle tassazioni:l'esempio della invasione delle più economi-che merci provenienti dagli Stati dell'Est europeo, ma soprattutto di quelle cinesi che ci hanno costretti al contingentamento delle importazioni, significa proprio questo. Sta a noi, dunque, ora dopo aver chiaro l'intero processo internazionale a saperci costruire un serio progetto per una nuova fiscalità.
Sarà poi più che evidente che, avviando il procedimento per garantire l'afflusso di nuovi capitali verso il Sud del Paese, si sarà rotto un argine non certo insormontabile per esportare il nuovo modello anche al resto d'Italia e armonizzare la politica fiscale del Paese. Tutto questo, però deve continuare a garantire gli afflussi verso il Mezzogiorno dei fondi strutturali che, comunque vada, presto saranno solo un ricordo.
Non possiamo né potremo mai consentirci di perdere questo scampolo di anni che restano ancora per recuperare risorse indispensabili per il Sud, per attivare processi di ammodernamento delle infrastrutture per poter ospitare nuovi insediamenti e dunque nuovi investimenti. Rimbocchiamoci le maniche, e guardiamo in avan-ti,l'intervento straordinario per il Mezzogiorno si è concluso, ora è il momento per dimostrare la vera voglia di fare per costruire un concreto progetto per il Mezzogiorno.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news