LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

BARI: Punta Perotti processo a rischio di un altro stop
RAFFAELE LORUSSO
26/10/2005, La Repubblica, Bari







Non sar l'ultima battaglia giudiziaria combattuta all'ombra dei palazzi di Punta Perotti. Forse, per, potrebbe essere decisiva per la sorte dell'ecomostro. Per questo Comune ed ex proprietari affilano le armi. L'udienza di stamattina davanti al giudice dell'esecuzione del tribunale, Enrico Scoditti, per stabilire la sorte dei terreni su cui sorge il complesso edilizio, potrebbe riservare pi di una sorpresa. Se l'amministrazione comunale ha rafforzato il proprio collegio di difesa, affiancando il professor Giorgio Costantino ai legali dell'Avvocatura, coordinati dall'avvocato Renato Verna, il gruppo Matarrese medita il colpo ad effetto. A questo punto non da escludere che i legali degli ex proprietari giochino la carta della ricusazione del giudice. C' pi di un indizio, viene fatto notare, che conduce in questa direzione.
INNANZITUTTO, le dichiarazioni a caldo degli ex proprietari. Che, per esempio, non hanno mai nascosto lo stupore per la tempestivit con cui stata fissata l'udienza davanti al giudice dell'esecuzione per decidere della sorte dei terreni su cui sono stati costruiti i palazzi. Come si ricorder, il provvedimento del giudice monocratico Luigi DiLalla, pubblicato il 13 ottobre, ha confermato in via cautelare la confisca delle aree, lasciando per che a pronunciare la parola definitiva fosse il giudice dell'esecuzione. In questa vicendarilevano fonti vicine agli ex pro-prietari ci che colpisce la tempestivit. Il 13 ottobre il dottor Di Lalla ha ribadito che i palazzi vanno abbattuti e l'udienza dinanzi al giudice dell'esecuzione stata fissata per il 25 ottobre, cio per oggi. Tempi da record per una giustizia che si muove con il passo di un pachiderma.
Proprio questa accelerazione avrebbe insospettito molti. Anche se nessuno lo dice espressamente, sono in tanti a pensare e a sussurare che, a questo punto, qualcuno stia spingendo perch la magistratura risolva in tempi brevi tutte le questioni ancora aperti, consentendo cos al Comune di non avere pi ostacoli sulla strada della demolizione. Legittimo sospetto? Di certo, a giudizio di molti, un'argomentazione sufficiente per
chiedere la ricusazione del dottor Scoditti. Se cos fosse, il procedimento dovr essere sospeso in attesa che si pronunci la Corte d'appello. Ci vorr qualche mese.
Non detto, per, che sia un punto in favore degli ex pro-prietari. L'amministrazione comunale, infatti, non ha nessuna intenzione di ritardare ulteriormente la demolizione dei palazzi. Adesso che l'appalto stato aggiudicato, l'obiettivo procedere speditamente. La sentenza del dottor Luigi Di Lalla, secondo Palazzo di Citt, ha chiarito definitivamente tutti i dubbi: i palazzi devono essere demoliti perch, in quanto abusivi, come se non fossero mai esistiti. L'opera realizzata in occasione di lottizzazione abusivaha rilevato il dottor Di Lalla non costituisce un bene in senso giuridico: deve ritenersi "virtualmente demolita", e non pu costituire oggetto di diritti. Per questo l'opera non alienabile e non assoggettabile in senso assoluto all'esecuzione forzata. In
pratica, pu essere soltanto demolita. Quel che certo insiste il dottor Di Lalla che l'immobile, per la sua condizione di insanabile illiceit, del tutto inidoneo a circolare e ad essere trasferito. L'unico atto di utilizzazione coincide con
la consumazione del bene attuata attraverso la sua demolizione. C' poi un altro aspetto: il pignoramento ottenuto dagli ex proprietari riguarda soltanto le aree. Ma questo, spiegano i tecnici del Comune, non impedisce di abbattere l'ecomostro.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news