LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Ponte inciampa sulla Ue: Violate le norme europee
di Maria Zegarelli
L'Unit, 25/10/2005

un gigante dai piedi dargilla. Un progetto faraonico voluto da Berlusconi e Lunardi, il pi grande appalto mai visto in Italia, ma il ponte sullo Stretto di Messina si blocca prima ancora di partire davanti a norme comunitarie che il Belpaese non ha rispettato.
La notizia che la Commissione Europea ha messo in mora la Repubblica italiana per non aver rispettato le direttive comunitarie che tutelano lhabitat e i flussi migratori.



FONDI BLOCCATI.
Il ponte sullo Stretto continua a restare un fantasma. La Commissione europea ha messo in mora lItalia per il deterioramento dellhabitat.


SOTTO ACCUSA anche la valutazione di impatto ambientale prevista dalla direttiva Cee 83/337.

A presentare un reclamo erano stati nel 2003 il Wwf e i Verdi, che ieri hanno cercato, ognuno dalla propria postazione, di attribuirsi il merito (di entrambi) di aver acceso i riflettori della Ue sul contestatissimo progetto.

Il ponte che dovrebbe collegare definitivamente via strada la Sicilia al Continente di fatto distrugge unautostrada esistente da decine e decine di anni: quella che gli uccelli hanno tracciato per le loro migrazioni verso lEuropa centrale e settentrionale.

Stiamo parlando di 312 specie di volatili, tra cui 32 tipi di rapaci.

Le direttive di cui lItalia non ha tenuto conto sono quella habitat 92/43/CEE e quella uccelli 79/409/CEE.


In realt, a non considerare le due direttive sono stati anche il Tar e il Consiglio di Stato che hanno respinto i ricorsi presentati da Wwf e Verdi a livello nazionale.

Il rischio, adesso, che se lItalia entro 60 giorni non prender provvedimenti, i fondi dellUe previsti per il progetto non arrivino pi.

La perdita si aggirerebbe intorno al 10-20% della cifra totale che pari a sei miliardi di euro.

La conferma dellavvio della procedura dinfrazione arrivata anche da Bruxelles, attraverso la portavoce all'Ambiente, Barbara Helferich.

Come ha spiegato Helferich, lo studio di impatto ambientale presentato dal paese e richiesto dall' Ue per ogni infrastruttura in zona protetta non stato realizzato nella maniera adeguata e quindi per questo motivo la Commissione ha chiesto pi informazioni.

Se allo scadere dei due mesi il governo non provveder a sciogliere i dubbi, la Commissione pu procedere all'invio di una seconda lettera in cui mette nero su bianco la violazione delle regole ambientale da parte del paese.

Ieri i Verdi hanno chiesto alla societ Stretto di Messina spa di non firmare il contratto definitivo con lImpregilo, la ditta che si aggiudicata lappalto. Ci sono troppe incognite sul futuro di questa opera - ha detto la senatriceAnna Donati - per firmare un contratto. Secondo il segretario Alfonso Pecoraro Scanio si deve evitare che si causino danni alle casse dello Stato. Impregilo vuole guadagnare senza fare l'opera e intascando le penali. Altrimenti come si spiegherebbe perch tutte le cordate internazionali interessate alla realizzazione del ponte si sono pian piano ritirate . I verdi hanno annunciato una diffida alla Stretto di Messina spa, la quale ieri ha replicato che l'apertura di una procedura di infrazione non significa l'accertamento di una violazione e pertanto non pu essere interpretata come sentenza o addirittura comeuna bocciatura del progetto. Nel frattempo, in attesa di conoscere i dettagli fornir alle competenti autorit tutte le informazioni occorrenti . Per il governo ha parlato invece il ministro per lAmbiente, Altero Matteoli, grande sostenitore dellopera: Leggeremo lemotivazioni e risponderemo ma la scelta politica resta quella di realizzare il ponte. Claudio Fava, eurodeputato Ds, commenta: La Commissione Barroso lha confermato: stanno progettando il Ponte senza rispettare le procedure sullimpatto ambientale. E lEuropa pronta a togliere anche quel minimo di finanziamenti per unopera faraonica, nientaffatto prioritaria per l'Italia e per il Mezzogiorno.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news