LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Catania. Beni culturali della diocesi. Schedati tutti i pezzi mobili
Sicilia, Catania, 25/10/2005

Oggi pomeriggio, alle 16, nel Salone dei Vescovi del Palazzo arcivescovile, la sovrintendente Maria Grazia Branciforti consegnerà a mons. Gristina l'inventario informatizzato dei Beni culturali degli enti ecclesiastici della diocesi di Catania. Interverranno mons. Stefano Russo, direttore dell'ufficio nazionale della Cei per i Beni culturali, l'arch. Laura Gavazzi, responsabile nazionale del progetto, la dott. Sandra Vasco Rocca che rappresenterà l'Istituto centrale per il catalogo e la documentazione (Iccd).
L'inventario è stato fatto in tutte le diocesi italiane su un modello comune e comparabile e questo su progetto della Conferenza episcopale italiana lanciato nel 1996 con un accordo l'iccd e finanziato, in parte, con i fondi delle quote dall'otto per mille Irpef pervenute dallo Stato. Il progetto prevedeva la schedatura dei beni artistici e storici (dipinti, sculture, suppellettili, paramenti, eccetera), quelli ritenuti maggiormente esposti al rischio di furto, mentre il censimento dei beni architettonici, che riguarderà particolarmente gli edifici di culto (chiese parrocchiali e rettorie), è stato rimandato ad una fase successiva. La catalogazione è stata fatta attraverso una scheda che "racconta" la storia dell'oggetto definendone la localizzazione geografica, l'ubicazione specifica e le sue caratteristiche di collocazione, le caratteristiche tecniche e l'ambito culturale nel quale è stato prodotto, l'aspetto giuridico e amministrativo.
La diocesi di Catania ha avviato l'inventariazione nel luglio del 1997 e l'ha conclusa nel luglio scorso. Il lavoro ha subito alterne vicende. Dopo un rapido avvio della prima fase che ha interessato 3.500 oggetti, è seguito un lungo periodo di stasi e un nuovo inizio nel 2002. Al termine dei lavori sono state elaborate 15.520 schede e 16.768 immagini. È importante sottolineare che sono stati catalogati anche tutti quegli oggetti che presentavano minimi caratteri culturali, anche se di fattura inferiore ai cinquanta anni.
Questo inventario è uno strumento di grande importanza per le parrocchie perché consente ad ognuna di esse di conoscere meglio la propria storia spirituale e culturale ed è strumento indispensabile per pianificare la conservazione e il restauro dei beni. Inoltre consente anche un uso privilegiato per la catechesi parrocchiale ai fanciulli, ai giovani e agli adulti, dal momento che presenta la fede cattolica per immagini legate alla storia della singola comunità.
L'attività di schedatura è stata affidata all'arch. Maria Rosa Giudice, le riprese fotografiche al signor Fausto Sanseverino. Responsabile scientifico del progetto la dott. Roberta Carchiolo. Hanno preso parte al lavoro di ottimizzazione delle immagini il signor Francesco Marchica. L'intero progetto è stato coordinato dalla dott. Grazia Spampinato.



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news