LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

"Un'iniziativa fondamentale per definire le competenze"
Il Giornale d'Italia, 15/4/2003

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Giuliano Urbani, ha espresso «grande soddisfazione» per l'approvazione, da parte del Consiglio
dei Ministri del disegno di legge costituzionale che modifica
il Titolo V della Costituzione.
«Si tratta dì una iniziativa fondamentale, che definisce in modo non ambiguo le competenze legislative dello Stato e delle Regioni - ha dichiarato
Urbani - ponendo fine alle tante perplessità e quindi a diverse interpretazioni originate dalla riforma della legge costituzionale del 2001 (riforma del Titolo V promossa dal Governo Amato), con tutto il carico dei conflitti portati in questi ultimi mesi di fronte alla Corte Costituzionale,
Alla base della riforma - ha proseguito Urbani - c'è lo storico processo di coinvolgimento delle Regioni e degli
Enti Locali nella promozione e nella gestione di tutte quelle attività culturali che sono assolutamente indispensabili al pieno godimento dell'immenso patrimonio storico-artistico
e delle grandi tradizioni delle
arti del nostro Paese".

"Più in particolare, nel disegno di legge approvato oggi - aggiunge il ministro Urbani - si dà autonoma rilevanza alla categoria dei beni
paesaggistici, distinguendoli da quelli ambientali. Per il paesaggio, dunque, la tutela è attribuita, per quanto attiene alle norme generali, alla competenza statale esercitata dal Ministero, mentre la valorizzazione sarà rimessa
alla cura delle Regioni.
Inoltre - ha aggiunto Urbani - l'eliminazione della "legislazione concorrente" ha reso anche possibile ridistribuire in modo netto e senza equivoci le competenze in materia di
beni culturali.

Lo Stato, ovviamente, continuerà ad esercitare la tutela, mentre, da un lato, definirà le norme generali della
valorizzazione e, dall'altro, disciplinerà tale funzione per i
beni culturali di interesse nazionale.
Alcuni nostri beni culturali
hanno difatti rilevanza universale e non possono essere quindi ricondotti in un ambito esclusivamente locale.
Credo che in questo modo - ha concluso il Ministro - abbiamo ridisegnato in modo
chiaro e razionale la ripartizione delle competenze in materia di cultura, individuando con ciò lo strumento costituzionale più adatto
allo scopo».





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news