LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La spinta da turismo e privatizzazione di molti servizi
di ENRICO CISNETTO
Domenica 23 Ottobre 2005 Il Messaggero


La spinta da turismo e privatizzazione di molti servizi dall'informatica alla logistica, fino a ieri pubblici. Secondo: il turismo, cresciuto del 10% nel Lazio, mentre in crisi nera nel resto del Paese. La crescita ha riguardato in massima parte le piccole e medie imprese, nelle quali l'occupazione aumentata del 30,4%.
Pi specificatamente, il dato sull'imprenditorialit ci dice che il 47% delle nuove aziende costituito da ditte individuali e il 36,6% da societ di capitali. Insomma, Roma non pi citt solo di ministeri, e di ministeriali.
Ma, allora, esiste davvero un modello economico romano? Ed estendibile su scala nazionale? Ora, del tutto evidente che il primo fenomeno non riproducibile pi di tanto, ma ci dice che l'uscita dello Stato e degli enti locali da attivit tranquillamente cedibili ai privati pu essere un ottimo volano.
Quanto al turismo, essendo una risorsa strategica fondamentale, sarebbe bene imparare a valorizzarla. A Roma stato fatto, e i risultati dicono che le polemiche sul costo delle notti bianche e affini sono davvero infondate.
Non che in giro per l'Italia non ci siano sindaci e assessori alla cultura che buttano denari, anzi.
Ma sarebbe ora di imparare a valutare (e a spendere) i soldi impegnati per la valorizzazione dei nostri giacimenti culturali, storici e artistici come investimenti per il turismo: se aumentano i volumi dei visitatori, sono ben spesi, altrimenti opportuno dare un calcio nel sedere agli amministratori.
Ma anche per Roma, come per il resto d'Italia, il problema numero uno la dimensione delle aziende.
Il dato sulla natalit delle imprese, per esempio, va preso con le molle: dopo la nascita, ci si aspetta che il pupo diventi sempre pi grande, e non che rimanga piccolo e fragile.
Dunque, prima di gioire per il gran numero di debuttanti, badiamo a mettere in moto dinamiche di crescita, perch con un esercito di formichine non si vince la partita della globalizzazione.
E se da un lato sono gli imprenditori che devono abbandonare il loro pervicace individualismo, dall'altro la politica bene che faccia la sua parte.
Per esempio, evitando che prevalga la logica del localismo.
Quella stessa, per esempio, che ha fatto la scelta sciagurata di due hub aeroportuali, castrando sia Fiumicino che Malpensa e contribuendo alla crisi dell'Alitalia.
O, ancor peggio, che moltiplica gli enti che devono decidere. Veltroni tornato a parlare dello status di citt metropolitana da conferire a Roma.
Giusto, una citt delle dimensioni della Capitale necessita di uno statuto speciale e di poteri decisionali forti.
Ma attenzione, non si possono aggiungere altri livelli istituzionali ai troppi gi esistenti, come fanno sia la riforma del Titolo V della Costituzione voluta dal centro-sinistra sia l'attuale devolution.
No, bisogna eliminare la zavorra burocratica dei tanti enti locali inutili, e riaggregare il territorio entro entit federali capaci di essere ruote di un unico meccanismo. Come?
Intanto abolendo le province e gli altri parti della fantasia particolaristica del legislatore, e poi ridisegnando la mappa delle suddivisioni regionali avendo in mente quella molto pi razionale dei lnder tedeschi.
Insomma, l'economia romana e laziale in crescita pu essere un modello e non un fenomeno passeggero se Roma, quella della politica, fa le riforme che servono a tutto il Paese.
(www.enricocisnetto.it)




news

18-10-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 18 ottobre 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news