LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Paura per i reperti archeologici e l'archivio cartaceo del museo di Egnazia.
23/10/2005, La Repubblica

Un violento nubifragio si è abbattuto tra Bari e Brindisi. Nella provincia di Brindisi, le zone più colpite sono quelle di Fasano, Costernino ed Ostuni, le vicine frazioni di Montalbano, Pezze di Greco, le località balneari di Rosa Marina e del Pilone. A Torre Canne: una persona è stata tratta in salvo prima che il livello dell'acqua raggiungesse i finestrini della sua autovettura. Messo in salvo anche un cavallo nelle campagne di Ostuni che rischiava di morire annegato in una masseria. Allarme anche nel sud Barese.




UN VIOLENTO acquazzone in pugno di chilometri. Tra Bari e Brindisi ieri è stato il diluvio. Gente sui tetti, macchine sommerse da fiumi d'acqua, strade in tilt, paesi isolati. Interrotta per circa due ore anche la linea Adriatica: binari sommersi da fango e detriti. Paura anche per gli scavi e il museo di Egnazia. L'acqua ha invaso gli scantinati dove sono conservati i reperti archeologici non esposti in mostra. Impossibile calcolare i danni. Allagato l'archivio: a rischio cento anni di storia.
«Abbiamo visto un fiume d'acqua marrone arrivare dalla selva di Fasano. Era così potente che ha invaso il museo e ha rotto i vetri, allagando tutti gli scantinati», racconta
Raffaella Cassano, docente dell'università di Bari e direttore scientifico del "Progetto Egnazia". Proprio ieri al museo c'era la presentazione dell'ultima campagna di scavi, che ha portato alla luce la città di Rufezio, vescovo VI secolo d. C. I Romani ovviamente hanno dato uno schiaffo morale ai moderni architetti. «Gli scavi e la città romana erano asciutte. «Il terreno ha drenato perfettamente — conferma la Cassano — Gli architetti dell'antica Roma erano bravissimi». Non altrettanto bravi evidentemente i moderni costruttori. «I danni al momento non sono calcolabili — dice l'archeologa—Bisognerà aspettare tre o quattro giorni, quandol'archivio sarà pro-sciugato». Tutti i libri e i documenti sugli scavi di Egnazia nel secolo scorso sono finiti a mollo. «È stato un cataclisma—dice la docente— mai visto niente di simile, anche il mare è improvvisamente diventato marrone». Per ore gli allievi dell'Università di Bari, arrivati ad Egnazia per la festa in onore dei nuovi scavi, hanno lavorato, con i pantaloni rimboccati, per salvare libri, documenti e reperti archeologici.
E tutto per colpa di un breve, ma violentissimo nubifragio. Nel sud barese tra Monopoli e «Capitolo» allagate strade e campagne: il livello di acqua ha superato il mezzo metro. Particolarmente colpita la litoranea: gravissimi danni a decine di stabilimenti balneari. I vigili del fuoco di Bari e Taranto hanno lavorato per tutta la giornata, senza sosta, per trarre in salvo decine di persone rifugiatesi sui tetti delle auto e rimaste bloccate nelle villette allagate delle zone residenziali estive.
Disagi anche a Fasano dove sono allagati garage, strade e alcune abitazioni al piano terra. Il violento nubifragio ha devastato, oltre al comune di Fasano, i territori di Ostuni, Savelletri, Cisternino. Centinaia gli interventi dei vigili del fuoco, fino a sera inoltrata. Paura a Rosa Marina, dove decine di ville, soprattutto nel complesso degli "Ulivi", sono state sommerse dall'acqua.
Il nubifragio ha colpito anche molte zone della Valle d'Itria, sul versante tarantino. Impegnate due squadre dei Vigili del Fuoco di Bari, coadiuvate da 6 sommozzatori, dal nucleo speleologico e con l'ausilio di un'idrovora. I vigili del fuoco sono intervenuti in soccorso di decine di automobilisti in «panne» e di famiglie rimaste isolate in case rurali nella zone più interne. A causa del maltempo si sono verificate anche interruzioni nelle linee elettriche e nei collegamenti telefonici. A Martina Franca sono state chiamate al lavoro 4 squadre e 12 unità del Nucleo fluviale. Il momento più critico è stato ieri mattina. Tutte le strade tra il
sud est barese e il brindisino erano impraticabili. E la linea ferrovi aria è rimasta interrotta dalle 7,30 alle 9,45 tra Fasano e Ostuni. Hanno subito ritardi medi di due ore i treni Intercity ed Eurostar che collegano la Puglia con Roma e Milano. Forse a causa del maltempo è uscito fuori strada con la sua auto e ha perso la vita l'altra notte Antonio Napolitano, 24 anni. Il ragazzo è morto in un incidente stradale sulla provinciale 170 Andria-Barletta, grave anche un suo coetaneo, che era in auto con Napolitano.



news

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

Archivio news