LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA, Alcamo: Nuove scoperte negli scavi alla fornace romana
Antonino Filippi
22/10/2005, www.lasicilia.it



Alcamo. Si è da poco conclusa la terza campagna di scavi archeologici nell'area della fornace romana di contrada Magazzinazzi, nel territorio di Alcamo, ed emergono già i primi importanti dati.

Lo scavo condotto dall'Università di Bologna sotto la guida del prof. Dario Giorgetti ha visto la partecipazione di una equipe della facoltà di Conservazione dei Beni Culturali di Ravenna con allievi provenienti sia dalla sede romagnola, sia dal corso di laurea in Archeologia Navale di Trapani.


«Nel corso delle recenti ricerche - dice il prof. Giorgetti, che è stato il promotore delle ricerche archeologiche - sono emersi nuovi dati concernenti l'assetto strutturale ed architettonico delle fornaci e degli ambienti adiacenti, ma anche nuovi elementi relativi al materiale ceramico, quali anfore e laterizi. Di notevole interesse risulta il rinvenimento di una struttura muraria in asse con quelle portate in luce negli anni scorsi, che costituisce un vano di passaggio o un corridoio fra un ambiente dove si lavorava la ceramica e la camera di cottura di una delle fornaci».
Il complesso di fornaci di età romana comincia, quindi, a rivelare la sua storia, caratterizzata da almeno due diverse fasi di utilizzo avvenute nel corso del periodo di dominazione romana, che hanno comportato, ad ogni ristrutturazione, un progressivo restringimento della camera di cottura dei forni. «Un altro importante elemento che va emergendo - aggiunge il prof. Giorgetti - e una migliore definizione dell'arco di tempo durante il quale le fornaci furono in uso. La due fasi che iniziano a distinguersi dallo studio delle strutture e dai materiali ceramici rinvenuti hanno inizio durante la prima età imperiale, con il ritrovamento di una tipologia di anfora in uso nel I secolo d.C., ma che finora si riteneva prodotta solo in Campania, per concludersi in un periodo compreso fra la fine del III e gli inizi del IV secolo d.C. Inoltre, con la campagna di quest'anno, lo scavo è stato esteso al settore sud-orientale dove sono emerse le tracce di un'altra possibile struttura per la produzione della ceramica. Le prossime campagne serviranno a comprendere ulteriormente le modifiche strutturali delle fornaci e degli ambienti adiacenti, a documentare la sequenza cronologica sulla base dei reperti ceramici e ad individuare i limiti di questo impianto produttivo dell'antichità che di anno in anno rileva tutta la sua importanza, anche sul piano internazionale, per estensione e qualità della conservazione».



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news