LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA, Alcamo: Nuove scoperte negli scavi alla fornace romana
Antonino Filippi
22/10/2005, www.lasicilia.it



Alcamo. Si da poco conclusa la terza campagna di scavi archeologici nell'area della fornace romana di contrada Magazzinazzi, nel territorio di Alcamo, ed emergono gi i primi importanti dati.

Lo scavo condotto dall'Universit di Bologna sotto la guida del prof. Dario Giorgetti ha visto la partecipazione di una equipe della facolt di Conservazione dei Beni Culturali di Ravenna con allievi provenienti sia dalla sede romagnola, sia dal corso di laurea in Archeologia Navale di Trapani.


Nel corso delle recenti ricerche - dice il prof. Giorgetti, che stato il promotore delle ricerche archeologiche - sono emersi nuovi dati concernenti l'assetto strutturale ed architettonico delle fornaci e degli ambienti adiacenti, ma anche nuovi elementi relativi al materiale ceramico, quali anfore e laterizi. Di notevole interesse risulta il rinvenimento di una struttura muraria in asse con quelle portate in luce negli anni scorsi, che costituisce un vano di passaggio o un corridoio fra un ambiente dove si lavorava la ceramica e la camera di cottura di una delle fornaci.
Il complesso di fornaci di et romana comincia, quindi, a rivelare la sua storia, caratterizzata da almeno due diverse fasi di utilizzo avvenute nel corso del periodo di dominazione romana, che hanno comportato, ad ogni ristrutturazione, un progressivo restringimento della camera di cottura dei forni. Un altro importante elemento che va emergendo - aggiunge il prof. Giorgetti - e una migliore definizione dell'arco di tempo durante il quale le fornaci furono in uso. La due fasi che iniziano a distinguersi dallo studio delle strutture e dai materiali ceramici rinvenuti hanno inizio durante la prima et imperiale, con il ritrovamento di una tipologia di anfora in uso nel I secolo d.C., ma che finora si riteneva prodotta solo in Campania, per concludersi in un periodo compreso fra la fine del III e gli inizi del IV secolo d.C. Inoltre, con la campagna di quest'anno, lo scavo stato esteso al settore sud-orientale dove sono emerse le tracce di un'altra possibile struttura per la produzione della ceramica. Le prossime campagne serviranno a comprendere ulteriormente le modifiche strutturali delle fornaci e degli ambienti adiacenti, a documentare la sequenza cronologica sulla base dei reperti ceramici e ad individuare i limiti di questo impianto produttivo dell'antichit che di anno in anno rileva tutta la sua importanza, anche sul piano internazionale, per estensione e qualit della conservazione.



news

11-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 11 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news