LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Spielberg e Torri: il rispetto della memoria
Angelo Gandolfi
22/10/2005, Il Gazzettino online



I destini si intrecciano ed è con sorpresa che la città di Brno, dove è situata la fortezza dello Spielberg, dopo quasi 180 anni sia accomunata, per vicende simili, a quella di Rovigo: allora per la deportazione dei carbonari polesani che lottavano per conquistare l'indipendenza nazionale; oggi per la volontà dei propri cittadini di custodire il patrimonio culturale e la propria identità storica.

Infatti a Brno, come trasformazione dell'ex carcere, è stato proposto un albergo a 5 stelle, avente camere con vista sulla cella in cui Silvio Pellico resse Piero Maroncelli mentre gli segavano la gamba sinistra dopo mesi di atroci sofferenze; a Rovigo, per quanto riguarda il nostro Castello, una "riqualificazione urbanistica", come elegantemente si chiamano certi interventi, poco rispettosa della storia e della tradizione.

I rodigini sono abituati. Così deve essere stato quando, dopo la demolizione di Santa Giustina (1808), la più antica di Rovigo dopo Santo Stefano, già documentata nel 1195, gli austriaci fecero abbattere Porta Portello (1836), porta Arquà ( 1847) e porta San Giovanni ( 1853).

Così, quando fu demolita porta San Francesco (1892), all'indomani dell'annessione del Veneto al Regno d'Italia, la modernità allora era rappresentata dall'ampliamento delle strade per favorire il passaggio di carri e carrozze (dalla "razionalizzazione dei percorsi" si direbbe oggi). Così fu nel 1938, quando si decise il tombinamento dell'Adigetto per andare incontro al nuovo, al modernismo ed alla voglia di cambiamento del ventennio, stravolgendo in modo irreversibile l'impianto urbanistico della città antica e, a seguire, il continuo e progressivo smantellamento della cinta muraria per favorire l'omogeneizzazione del tessuto edilizio dentro e fuori il perimetro della città fortificata.

Ora rimangono di Rovigo antica le foto dei primi del 1900 e con esse il ricordo di una città che, pur nelle ristrettezze economiche, viveva in un miglior equilibrio con il tempo e con la natura. Rimane forse il rimpianto di quello che avrebbe potuto essere, oggi, la Rovigo che non c'è più. Rimangono le Torri quali simboli di una collettività e orgogliosa testimonianza di un passato da ricordare e valorizzare senza trasformismi, perché chi rinuncia alla propria storia è destinato a non avere un futuro.

Nell'ex Cecoslovacchia l'hanno capito, grazie anche ad un movimento di opinione che ha visto protagonista una piccola associazione culturale di provincia, la Minelliana, in grado, però, di porre un problema universale, quello del rispetto e della memoria in alternativa a quello, più comodo, della disinvolta fruizione e della falsificazione. L'intervento della delegazione rodigina a favore della salvaguardia dello Spielberg come monumento alla lotta per la libertà è stato capito nella sua valenza culturale ed è stato pubblicato sulla stampa locale, nazionale ed estera; per una volta, e grazie alla cultura, la nostra città è uscita dagli "stretti" confini del Polesine.

Perché a Rovigo le stesse proposte rimangono inascoltate e cadono in un silenzio assordante? Non è facile dare risposte oppure facilissimo. Eppure, anche da noi, è una questione di valore storico del monumento, di valori che lo stesso rappresenta, di rispetto della terra dei padri e della propria identità.

Non rimane che concludere con costernazione: meglio ceki che sordi.



news

24-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 gennaio 2021

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news