LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Caccia al "reperto" in Rete. In vendita i "soldi" del rais
B. U.
Avvenire, 15/4/2003

II sergente Nathan Braswell, 24 anni, ha preso una bandiera irachena, l'ha ripiegata in quattro, sistemata in una busta di cellophane: grande e in buone condizioni. Spero di metterla in vendita su e-Bay. Su e-Bay, mercato on-line dove possibile vendere e comprare di tutto in ogni parte del mondo, finora si trovano soltanto banconote irachene originali (i dinari) con il ritratto di Saddam Hussein fronte-retro, cedute per 9.99 dollari l'una; si trovano tazze e magliette che prendono in giro il rais; e si trovano riproduzioni di mostrine militari. Ma in rete, nei circuiti non ufficiali, si gi aperta la caccia agli oggetti pi ambiti: i simboli del regime raccolti qua e l o i reperti archeologici trafugati nei giorni scorsi dal museo di Baghdad, migliaia di opere e testimonianze preziose che vanno dalla civilt dei Sumeri del 3500 a.C. fino alla fine del califfato islamico di Ab-basid nel 1258 d.C. O il tesoro dei libri della Biblioteca nazionale, incendiata domenica da alcuni vandali che volevano entrare a rubare. Saccheggi che continuano a far discutere. Ieri arrivata la pesantissima accusa dei pi famosi studiosi e archeologi americani.
Ci erano state date assicurazioni che i siti e il museo sarebbero stati protetti. E sono sicuro che avevano capito che il Museo nazionale era il sito archeologico pi importante di tutto il Paese, ha detto al Washington Post Mc Guire Gibson, specialista dell'Istituto orientale dell'universit di Chicago. Insomma: il Pentagono sapeva del rischio che avrebbero corso il museo di Baghdad e gli altri storici del Paese, ma non ha fatto niente per difenderli. E s che nei mesi precedenti all'attacco, il ministero della Difesa era stato bersagliato da e-mail di esperti e specialisti che chiedevano protezione per i siti archeologici.
Gli Stati Uniti si rendono conto dei loro doveri e stiamo assumendo il molo di maggiore responsabilit rispetto alle antichit in generale e al museo di Baghdad in particolare, ha detto ieri il segretario di Stato americano Colin Powell. Powell ha sottolineato di aver avuto contatti in tal senso con l'Unesco (agenzia dell'Onu per la cultura, la scienza e l'istruzione) e con il collega greco Ghiorgos Papandreou per l'Unione europea. Gli Stati Uniti lavoreranno con tutti le persone e organizzazioni competenti non solo per mettere al sicuro i luoghi storici ma anche per ritrovare e partecipare al restauro delle opere che mancano all'appello, ha concluso.
Ma a questo punto andrebbero istituiti anche dei controlli alla frontiera per bloccare i reperti in uscita dal Paese, ha suggerito l'archeologo e storico dell'arte John Russel, del Massachussetts College of Art. C' una rete di trafficanti in Iraq -ha spiegato-e a guidare i furti potrebbero essere dei veri professionisti.



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news