LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Addio a Folon e ai suoi omini sognanti
di red
20.10.2005 L'Unità




È morto a Montecarlo, dove aveva scelto di curarsi, tra la Francia e l’Italia, Jean-Michel Folon. Un artista molto speciale, con un segno grafico indimenticabile, pittore di acquarelli e acqueforti, di figurine leggere e tenere perse in sogni surreali, a volte claustrofobici, più spesso liberatori. Folon era belga, anzi vallone, aveva 71 anni e era da qualche anno malato di leucemia. Amava molto l’Italia, di un amore ricambiato. Firenze gli ha tributato di recente una mostra antologica di 250 opere collocate tra Palazzo Vecchio, la Sala d’Arme, e Forte Belvedere: i luoghi più prestigiosi della città sull’Arno.

Donner un futur au passé, dare un futuro al passato. Jean-Michel Folon scriveva nel Viale dei Pensieri della grande antologica terminata appunto a Firenze all'inizio di questo mese.

Folon era nato a Uccle, nei dintorni di Bruxelles, il 1 marzo del 1934, faceva parte dunque dell’ultima generazione della guerra, ma anche quella della contestazione studentesca di fine anni Sessanta. Nel 1955 aveva abbandonato gli studi di architettura e si era trasferito a Parigi. Lì, nella capitale del mondo in quegli anni, aveva trovato lavoro come disegnatore ma soprattutto per riviste di là dell’Atlantico. Celebri sono rimaste alcune copertine fatte per la rivista New Yorker, tempio della grafica made in Usa. Ma le prime opere, le pubblicò su Horizon, Esquire e poi Fortune e Atlantic Monthly. Prima di essere scoperto in Francia, fu l’Italia a accoglierlo. Iniziò una collaborazione con lo scrittore Giorgio Soavi e poi fu preso come illustratore da Olivetti. L’incoronazione, come artista gli arrivò nel 1968, con mostre quasi in contemporanea a Milano, Parigi e New York. Poi vennero le sue partecipazioni alla Biennale di Venezia e a altre esposizioni importanti.

Non è mai stato tanto lontano dal mondo della grande industria, proprio lui con quel suo tratto così leggero e bidimensionale, aereo . Infatti ha lavorato molto anche come grafico , istituzioni pubbliche, campagne per l'ambiente o i diritti umani e sociali.

Come illustratore si era cimentato con le opere di Guillaume Apollinaire, Guy de Maupassant, Ray Bradbury, Franz Kafka, Albert Camus. Illustrò anche i sette volumi dell’opera completa del poeta degli innamoramenti, Jacques Prevert. Era conosciuto e apprezzato in America e in Giappone, in Argentina, ha esposto le sue sculture in bronzo – realizzate negli ultimi anni - a Lisbona e in piazza San Pietro. Ha realizzato le scene teatrali per opere di Goldoni e Strawinskij, ideato un nuovo teatro a Louvain-la-Neuve, in Belgio, progettato le vetrate della chiesa medievale di Burcy in Francia, collocato una statua in una chiesa a Pietrasanta. Ha disegnato persino una bandiera per il Palio di Siena. E suo è stato il logo usato per le celebrazioni del Bicentenario della Rivoluzione Francese nel 1989.

Gli piacevano anche i francobolli. Durante l’esposizione mondiale di Fialtelia "Italia '98"aveva realizzato un francobollo dedicato alla "Giornata dei Diritti dell' Uomo" giocando con il simbolo dell’Onu. Francobolli a firma Folon ce ne sono anche altri, emessi in Gran Bretagna, Svizzera, a Monaco.

Il sindaco di Roma Veltroni ne ricorda il contributo alla la campagna elettorale dell’Ulivo del 2001 e i manifesti che creò per il vertice mondiale della Fao. Il sindaco di Firenze Leonardo Dominici abbraccia la vedova, Paola.

Nel 2000 aveva creato una sua fondazione. Aveva restaurato un vecchio casale a La Hulpe in Belgio per conservarvi oltre 300 opere, esposte in 14 stanze, sintesi del suo lavoro di mezzo secolo.





news

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

11-01-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 11 gennaio 2021

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

Archivio news