LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Monumenti a rischio. Sigilli dei vigili alla villa del Gattopardo
CARLA INCORVAIA
Repubblica Palermo 21-OTT-2005

Villa Mattaiiano. Già sequestrata a gennaio, i caschi bianchi a giugno tornano sulla Piana dei Golii e scoprono che la cappella è scomparsa e al suo posto c'è un deposito di materiale edile
Nel febbraio 2003 a villa Cardilio una colata di cemento cambia i connotati al giardino. Un'ampia fetta di vegetazione viene distrutta da quattro piattaforme in cemento armato
La tenuta del principe Salina, descritta nel romanzo, va in rovina: crollano i solai, affreschi a rischio. I vigili mettono i sigilli

VILLA Lampedusa sembra indissolubilmente legata al suo destino gattopardesco. Ma il cambiamento cui si dovrà porre rimedio è il degrado, il rischio della definitiva distruzione. Da ieri la villa descritta nel romanzo di Tomasi di Lampedusa è sotto sequestro per le «estreme» condizioni di rovina in cui versa il complesso monumentale nella Piana dei Colli. Due gli avvisi di garanzia emessi nei confronti dei proprietari, i fratelli Giuseppe e Francesco Dragotto, imprenditori proprietari della SicilybyCar,

«Omissione di esecuzione di interventi per la tutela del monumento e l'eliminazione dello stato di pericolo per la pubblica incolumità». Con questa accusa gli agenti della polizia municipale del nucleo tutela patrimonio artistico hanno posto i sigilli alla villa di via dei Quartieri. «Prospetti lesionati, parti di intonaco pronte a cedere, tetti precari e alcuni solai che si sono completamente staccati», spiega l'ispettore del Ntpa, Giuseppe Crucitti. In pericolo anche gli affreschi dell'artista romano Gaspare Fumagalli (attivo a Palermo intorno alla metà del XVIII secolo), aggrediti dalle infiltrazioni di acqua. In condizioni ancora più gravi sembrano essere l'ala destra del corpo principale, attraversata da una profonda lesione e i balconi con le inferriate a petto d'oca che mostrano le mensole in pessime condizioni. All'ingresso del parco, una parte è stata adibita a parcheggio per le auto da noleggio, una trentina in tu tto. «La Procura ha ordinato i primi accertamenti nel 2001 —spiega Crucitti — e l'anno successivo c'è stato il primo sequestro, ma fino ad oggi non è stato fatto nulla per migliorare le condizioni della tenuta».
Villa Lampedusa fu voluta agli inìzi del Settecento da Isidoro Terrana che la vende a Giuseppe Alliata principe di Villafranca. Nel 1756 la villa è sottoposta a un primo intervento di restauro. Intorno alla metà dell'Ottocento il complesso viene ampliato e acquistato dal principe Fabrizio Tomasi di Lampedusa, con l'intenzione di costruirvi una torretta per il suo osservatorio astronomico, proprio quella che viene descritta nel romanzo. «È una vicenda shakespeariana — spiega Francesco Dragotto, il proprietario — . La villa è stata abbandonata per 20 anni, noi l'abbiamo acquistata nel 2002 per restaurarla». Dopo Lampedusa, senza eredi, «Il complesso è stato donato all'opera dei Salesiani — racconta Dragotto — e poi comprato da Francesco Foresta per ospitare eventi. Subito dopo il nostro acquisto, abbiamo richiesto alla Sovrintendenza ai beni culturali l'autorizzazione per il restauro. Il via libera è arrivato quest'anno e a novembre inizieranno i lavori. Il progetto prevede l'uso abitativo, ma anche un museo del Gattopardo. Nel casale vogliamo costruire un centro congressi. Il parcheggio è provvisorio: sarà ripristinato il parco storico, con il giardino all'italiana e quello delle piante officinali, per una spesa di circa mezzo milione di euro.












news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news