LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Modena. Degrado ai musei scientifici. Danni al Teatro Anatomico del 700 e alle collezioni
Carlo Gregari
GAZZETTA DI MODENA, 19-OTT-2005





Sempre più precario lo stato del palazzo di via Berengario che ospita l'istituzione culturale

MODENA. Collezioni prestigiose a rischio, il Teatro Anatomico in condizioni precarie: è allarme per i musei scientifici di Modena ospitati all'interno di un palazzo di via Berengario che necessita di un intervento di restauro ormai urgentissimo. Il Rettore è riuscito ad interessare il ministro per i Beni Culturali chiedendo uno stanziamento di tre milioni di euro in tre anni. E intanto l'Università lancia anche un appello alla città per un patrimonio di inestimabile valore.
Piove sui dinosauri. E piove sul Teatro Anatomico del Settecento.
Le condizioni dell'antico edificio di via Berengario che ospita il Museo di Paleobiologia dell'Università peggiorano ogni giorno di più. Il tetto è un colabrodo che fa filtrare acqua sulle preziose collezioni antiche, spesso quasi uniche. L'umidità e il cattivo stato dei muri si uniscono alla necessità di un restauro in tempi urgenti. In questo senso, il rettore è riuscito ad interessare il ministro per i Beni Culturali Buttiglione. Ha anche chiesto tre milioni di euro in tre anni. Ora tocca alla città dare una risposta ad un patrimonio che potrebbe aumentare il turismo. E l'Università chiede uno sforzo a chi è sensibile alla preservazione del nostro patrimonio.

DINOSAURI FRADICI. «Ecco, vedete quei cappucci scuri? Sono sacchi che abbiamo messo sulla testa dei nostri bestioni preistorici». Il professor Antonio Russo, responsabile dei Musei Universitari, ci scherza sopra ma in realtà è preoccupato. Il tetto della sala dove si trovano un Allosauro e un Gallimimus, giganti estinti in un tempo remoto, è fradicio. Non si può neppure parlare di chiazze. I cappucci cercano di salvare il salvabile. Il resto - come i calchi delle uova di dinosauro o i reperti fossili - sono chiusi nelle teche di vetro oppure è stato accatastato in una stanza in attesa di giorni migliori. E dire che questa collezione, anche se non autentica (sono pezzi copiati perfettamente da originali cinesi e mongoli), attira numerose scolaresche.
TEATRO A PEZZI. Peggio, molto peggio, se la passa il Teatro Anatomico. Risalente al Settecento, è uno splendido scenario quasi unico in Italia (ce n'è uno simile solo a Padova). Lo fece costruire Francesco III e tuttora colpisce per la sua bellezza. E' molto conosciuto tra gli addetti ai lavori e basta guardarlo per capire che avrebbe un potenziale enorme nell'attirare un pubblico curioso di sapere come lavoravano e insegnavano i medici di 200 anni fa. Invece è a pezzi. Gli scranni di legno sono ridotti male, la sala è in stato di degrado. Persino il ballatoio superiore, una specie di loggione dal quale si guarda tutto, ha un'aria malconcia. Colpa del tetto a pezzi e delle mura fradice.
MUSEO SPRECATO. Le splendide sale del Museo Anatomico oggi sono praticamente chiuse al pubblico. E dire che "National Geographic" ha girato un documentario di primo piano sulla collezione modenese. Mummie, calchi di teste, teschi, scheletri, organi conservati in formalina, persino piccoli feti, ma anche oggetti meno raccapriccianti. Anche i settecenteschi busti di ostetricia appena tornati da una mostra a Parigi e una collezione di tatuaggi che attirerebbe un gran pubblico. Tutto chiuso per paura di altri danni da infiltrazioni. Chiusa anche l'impressionante Collezione Franchini di insetti e rettili velenosi.
A CACCIA DI FONDI. Il palazzo di via Berengario 16 deve essere restaurato del tutto. Un progetto che comporta traslochi e sistemazioni temporanee oltre all'inderogabile riparazione del tetto. Si stima un costo di almeno otto milioni di euro.
Il rettore Pellicani è andato a Roma nei giorni scorsi e ha chiesto al ministro Buttiglione (Beni Culturali) di ottenere un finanziamento di tre milioni in tre anni. Il ministro è rimasto colpito dal degrado di queste splendide collezioni scientifiche e ha dato parere favorevole. Ora si tratta di reperire questi fondi.
Ma per Pellacani la missione non finisce qui. Deve infatti trovare i restanti 5 milioni. L'Università spera di ottenerli dalla generosità di enti, industriali e Fondazione Cassa di Risparmio.



news

20-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 20 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news