LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

15/04/2003 BAGHDAD - Bombardamenti sulla storia
iaia Vantaggiato
Il Manifesto, 15 aprile 2003

L'incendio della Biblioteca nazionale. In fumo, preziosi documenti d'epoca ottomana. Parla Antonino Pellitteri
Fahrneit iracheno In fiamme, la memoria, la storia e la coscienza collettiva di un popolo. E dietro, la volont di annullare l'idea stessa di unit araba



Il miglior posto dove star seduti la sella di un cavallo e il miglior amico un libro. Era questo - ci racconta Antonino Pellitteri, docente di Storia dei paesi islamici all'universit di Palermo - uno dei versi pi amati da Al-Mutanabbi, il grande poeta arabo vissuto tra il 915 e il 965, in piena era abbaside. E viene da chiedersi come avrebbe reagito, oggi, di fronte all'incendio della Biblioteca nazionale di Baghdad e ai danni che, nelle ultime ore, subisce quella di Mossul. Al preside della sua facolt, Pellitteri ha appena inviato una lettera con cui chiede di farsi interprete del problema delle biblioteche e di costituire una associazione di solidariet volta a preservare la memoria storica dell'Iraq.



Prima il il saccheggio del museo archeologico, poi l'incendio della Maktabak Wataniyyah, la biblioteca nazionale fondata nel 1961. Che cosa si vuole distruggere, oltre che un patrimonio storico-artistico di valore inestimabile?

La memoria, la storia e la coscienza collettiva di un popolo. Vede, io sono convinto che ci sia una regia dietro tutto questo. Non mi spiego altrimenti la notizia - gravissima - che ho appreso da Al-Jazera solo due giorni fa. Il governo statunitense starebbe per varare un progetto di revisione dei testi scolastici iracheni con particolare riferimento ai manuali di storia.



A che scopo?



Eliminare qualsiasi riferimento a Saddam Hussein - purificare la traduzione del termine arabo - e depurare i testi dall'ideologia del partito Baath.


Una ideologia considerata tanto pericolosa da meritare l'annientamento?



Quell'ideologia esprime, essenzialmente, l'idea di una unit araba, ecco perch ha una presa fortissima sulla coscienza collettiva araba. Ed ecco perch fa paura all'Occidente.



Che cosa va perduto con l'incendio della Biblioteca di Baghdad?



Sicuramente la perdita pi grave riguarda i documenti del Centro nazionale degli archivi fondato, nel 1972, all'interno della Maktabak Wataniyyah. Nel centro - come mi spiegava, nel 2001, la sua direttrice - erano conservate non solo opere antiche e classiche della storia araba medievale relativa al periodo degli abbasidi e dei mamelucchi) ma anche i documenti dei tribunali sharaitici d'epoca ottomana.



Perch questi documenti rivestono tanta importanza?



Perch costituiscono per il mondo arabo - in particolare per le province dell'impero ottomano, cio Baghdad, Bassora e Mossul - una fonte inesauribile per la comprensione e lo studio della storia moderna, quella che va dal XVI secolo alla I guerra.



Cosa intende?



Che la storia sociale, politica ed economica dell'epoca ottomana stata sempre molto maltrattata. E non solo dalla storiografia occidentale ma anche da quella musulmana. Quei documenti - compravendite cui prendevano parte anche le donne, librerie trasmesse di padre in figlio, elenchi di libri lasciati in eredit - avrebbero permesso di riscrivere quella storia.



Impossibile trovarne di simili altrove?



A Damasco, ma non mi sembra - in questi giorni - una notizia consolante.



Cos'altro sta andando in fumo?



Molte cose relative al periodo abbaside e mamelucco, libri di scienze con riferimento all'algebra. Uno dei grandi bibliotecari del Bayt al-Hikmah (la biblioteca islamista fondata nell'815 d.c. e poi distrutta, ndr) era Al-Khuwarizmi, il padre dell'algebra.



Ha pi incontrato la direttrice del Centro?



No, l'aveva ivitata a Palermo per un convegno di arabisti e islamisti ma le stato negato il visto dalle autorit italiane.



news

10-08-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 10 agosto 2020

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news