LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Eolie, in vendita un cratere
Federico Lo Giudice
Il Tempo, 19-OTT-2005





Nell'isola di Vulcano una fumarola semi attiva aspetta un acquirente ma è una provocazione. Il proprietario dell'area: «È un atto d'accusa contro l'abusivismo edilizio che sta distruggendo il nostro arcipelago»

VULCANO- A.A.A. vendesi cratere e fumarole. Non è uno scherzo, né un imbroglio come nei film di Totò. Ma nell'arcipelago delle Eolie, una delle mete preferite da turisti e vip di tutto il mondo, il «Gran Cratere» semi-attivo dell'isola di Vulcano attende un compratore. La singolare iniziativa è di Gustavo Conti che, tra le sue tante proprietà nelle Eolie, possiede il cratere della Fossa e buona parte dell'isola. «Siamo pronti - ha dichiarato Conti - a valutare le offerte. Se c'è qualche miliardario americano o sceicco arabo interessato, si faccia vivo». Per chi conosce l'isola, questa sarebbe un'occasione da cogliere al volo. Dalla sommità del cratere, a circa seicento metri d'altezza, il panorama è unico. Da lì è possibile, infatti, ammirare tutto l'arcipelago delle Eolie. In primo piano la penisola di Vulcanello, di fronte Lipari con a sinistra Salina, dal caratteristico profilo a due monti, in lontananza Filicudi, a destra Panarea, affiancata dai suoi isolotti e sullo sfondo Stromboli.
In realtà, però, questa proposta appare più una provocazione, contro la cecità delle istituzioni nel risolvere alcuni importanti problemi dell'isola, che una reale offerta di vendita. L'obiettivo finale, infatti, è quello di proteggere questi meravigliosi luoghi. A Vulcano, come nel resto delle Eolie, il problema si chiama abusivismo edilizio. E’ il cemento il vero nemico. Da tempo sono pronti progetti per nuovi alberghi, residence e centri termali. Qualcuno, addirittura, sarebbe pronto a far sparire anche le spiagge pur di fare soldi. Sui tavoli e nei cassetti della Procura della Repubblica di Messina ci sono più di 200 inchieste sull'abusivismo edilizio nell'arcipelago eoliano.
«Il mio obiettivo - sottolinea Conti - è quello di proteggere il cono e le zone limitrofe del vulcano. Non è stato sufficiente mettere vincoli paesaggistici e riscuotere un ticket. Le Eolie sono ormai come una repubblica a parte che fa parte di un regione, quella siciliana, che è un'altra repubblica a parte. Chi commette -prosegue Conti - gli abusi edilizi è convinto, spesso a ragione, di farla franca, o perché i reati vanno in prescrizione o perché arriverà una sanatoria. Quindi se il vulcano verrà comprato da un miliardario, forse, potrà essere tutelato meglio di quanto non avvenga oggi. Varrebbe la pena di venderlo solo per questo».
Chissà come la prenderà l'Unesco, che più volte ha minacciato di cancellare le sette sorelle dell'arcipelago delle Eolie dal prestigioso elenco di meraviglie da tutelare per il bene dell'umanità.



news

25-02-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 febbraio 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news