LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Tante carte, pochi misteri. E' il regalo di Gelli a Pistoia.
Giovanni Cerreti
La Stampa, 19-OTT-2005





Il Gran Maestro ha donato larchivio alla citt. Sono 1431 cartelline di interesse storico Collezione di autografi e 400 libri su di lui.

Lettere. Ci sono quelle di Pellico Cavour, Manzoni, D'Annunzio, Graziani e un manoscritto sulle Cinque Giornate di Milano
Loggia P2. Scaffali interi con gli atti della Commissione Anselmi davanti a 35 volumi dell'opera omnia di Mussolini

Alle cinque del pomeriggio il Venerabile molto preso. Ho il telefono che continua a suonare e devo rivedere le mie bozze.... Un altro libro, un memoriale, ancora poesie? La voce si fa eccitata: E' il catalogo, sto redigendo il catalogo del mio archivio!. Il cuore malconcio, le condanne ormai dimenticate, evasioni e prime pagine pure, Licio Gelli a 86 anni si inventa un nuovo mestiere o forse continua con la passione di sempre: cercare, raccogliere, ricordare, spulciare, ravanare dove nessuno va, raccattare quel che altri abbandonano, pagare. E infine, non si sa mai, pu sempre servire, archiviare.
Il Venerabile Maestro della Loggia Massonica Propaganda 2 un'ora prima aveva ricevuto una telefonata gradita. Da una stanza piena di carte, scaffali, vecchi libroni e polvere, in linea Carlo Vivoli, il direttore dell'Archivio di Stato sede di Pistoia: Ha visto dottore, tutti i giornali ne hanno parlato. E almeno questa volta il Venerabile non protesta. Tutti i giornali con la notizia del suo archivio che lascia Arezzo e Villa Wanda per traslocare a Pistoia: E a chi dovevo lasciare tutte le mie carte se non alla mia citt? -dice lui - Sono partito da l. Per una vita spesa tra ombre e potere, logge e trame.
Se la ride, adesso, il Venerabile. Al telefono da Villa Wanda pronto a leggere il suo catalogo, le lettere di Silvio Pellico e quella del Cardinal Mazarino, di Cavour e Alessandro Manzoni, di D'Annunzio e del generale Graziani; un manoscritto sulle 5 Giornate di Milano, i cimeli garibaldini che sarebbero piaciuti al collezionista Bettino Craxi, e ci sar pure qualche foto con Andreotti. Il Venerabile dei Misteri, il protagonista delle cronache giudiziarie degli anni '80 e '90, dice che in queste carte c' tutta la mia vita, e ora che sono vicino al capolinea posso dire che stato un percorso lungo.
Proprio tutta la sua vita, in queste carte che ora occupano una stanza intera e il direttore Vivoli dice che se mette gli scaffali in fila arrivano a 94 metri di lunghezza? Appunto, Licio Gelli si prende un paio di secondi e poi si capisce che se la ride: Gli archivi non sono mai completi, la risposta. E dunque, quando nelle prime settimane del 2006 in Piazzetta delle Scuole Normali si potranno consultare queste 1431 cartelline pigiate nei faldoni grigi, difficile, improbabile, impossibile che qualche mistero possa trovare soluzione. Piuttosto, vogliamo continuare con la lettura del mio catalogo?.
L'avranno anche dimenticato questo Gelli che regala l'archivio allo Stato e alla sua Pistoia, ma basta domandare se tra gli scaffali ci sono anche gli atti della Commissione parlamentare che ha indagato sulla P2 e il Venerabile torna a fremere d'orgoglio: Certo che s! Io sono il primo protagonista della Loggia P2!. Nella stanza dell'archivio, appena si apre la porta blindata bianca, gli scaffali con i libroni della Commissione Anselmi guardano i 35 volumi dell'opera omnia di Benito Mussolini. A sinistra, i 61 libri di Gelli poeta e le lettere di chi lo voleva premio Nobel per la letteratura nel '96.
I suoi misteri non sono qui, nella stanza blindata con la moquette azzurra, ma come dice il direttore Vivoli queste carte sono state definite Archivio di interesse storico. Insomma, non robaccia, tanto che Vivoli la mette cos: Non credo che qui ci siano carte segrete del dottor Gelli, sarebbe un ingenuo. Le abbiamo esaminate e penso, vorrei, che queste interessassero gli storici. Poco o niente per giallisti e gellisti. Si reso conto che materiale di un certo peso e voleva diventasse pubblico. Compresa la rassegna stampa, che in assoluto il miglior motore di ricerca alla voce Gelli Licio.
E' dalla primavera 2004 che va avanti la trattativa tra Villa Wanda e l'Archivio di Stato. Il direttore Vivoli, con la sua barbetta grigia, gli occhialini con montatura rossa e l'aria mite, quando ha ricevuto la prima lettera si stupito. Licio Gelli?. E poi si stupito ancora per l'entusiasmo del Venerabile e quel il suo ordine quasi maniacale, da vero archivista. E si stupisce pure in queste ore, quando legge una frase di Gelli che accompagna le carte arrivate da Arezzo: Spero di dare un contributo alla mia citt promuovendo il turismo culturale. Il Venerabile, a momenti, come il
Duomo e il Battistero.
Ma ci sono gli autografi di Puccini, Hitler, Giusti, Napoleone, la Callas... E' dal 1935, quando avevo 16 anni, che faccio la collezione!. Aveva lasciato Pistoia come piazzista di materassi Permaflex, ora torna per promuovere il suo archivio, i suoi ricordi, le sue manie, e la raccolta dei 400 libri che parlano delle sue faccende giudiziarie. E' un Venerabile che si presenta in disarmo, malandato, stanco e vicino al capolinea, eppure basta un niente e rieccolo. Una domanda non gli garba? Come? Non capisco...Cosa?. Inutile insistere, tanto l'ha gi detto, gli archivi non sono mai completi. Figurarsi il suo.

L'ex Venerabile
Licio Gelli (nato a Pistoia il 21 aprile 1919), stato Gran Maestro massone della loggia massonica Italiana P2, ed ha continuato in questo ruolo anche dopo l'espulsione della P2 dalla Massoneria ufficiale, nel 1976. stato detenuto in Svizzera e in Francia. Il venerabile fu accusato di aver avuto un ruolo preminente in Gladio, un'organizzazione clandestina che si rifaceva all'operazione Stay-Behind, promossa dalla Cia e dalla Nato per contrastare l'influenza comunista in Italia, cosi come negli altri paesi europei.



news

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

25-07-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 luglio 2020

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

Archivio news