LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA: Museo nuragico, pronto il bando
Nuova Sardegna Cagliari 16-OTT-2005


Quasi ultimato il lavoro del comitato di esperti voluto da Som per creare il tempio della civiltà sarda

Un grande concorso di idee per scegliere il progetto
CAGLIARI. Il sogno continua, mentre qualcuno gli da gambe studiando la formulazione dell'appalto che cercherà il progetto per un museo della civiltà nuragica mettendo in gara i migliori architetti. Naturalmente, questa sarebbe l'ambizione: che qualche nome interessante ovunque si trovi decida di lanciarsi alla conquista di un lavoro commissionato qui, a Cagliari, dalla Regione la quale, nella persona del suo presidente, comincia ad affezionarsi all'idea che un giorno si arrivi all'inaugurazione del museo. Sono continuate le riunioni tra tecnici e staff amministrativo per passare dal dire al fare e il più impegnato, al momento, appare il direttore della rivista di architettura Domus. Si chiama Stefano Boeri e partecipa a un comitato in attività dal 28 settembre.
Del comitato fanno parte Salvatore Settis preside della Scuola Normale di Pisa, Cristiana Collii direttore del museo Man di Nuoro, Elisabetta Pilia assessore alla cultura e, per ora a distanza, Giovanni Lilliu l'accademico dei Lincei scopritore di Barumini. n 28 settembre s'era tenuta una riunione col presidente Soni per cominciare a dare un ordine alle idee. In queste ultime settimane l'idea si è sostanziata nella volontà di andare avanti ed ecco il bando di gara che si sta
formando attraverso il contributo di esperti. Ma, se è si è fatta salda l'intenzione di marciare verso il risultato, sono diventate fluttuanti e mutevoli le ipotesi su dove sistemare il tempio della civiltà nuragica. Soni appare fedele alla sua prima folgorazione: costruire sul mare di Sant'Elia lungo la passeggiata naturale tra Castello e ÌL bordo un museo del mondo nuragico mescolato a sale d'incontro fra l'arte arcaica dei reperti giunti fino a noi e opere dell'arte contemporanea. Nel
comitato che lo segue, invece, s'è sbrigliata la fantasia e si è fatto largo il desiderio di osare. Dove si vuoi fare, insomma, il museo dei nuragici? Lo sguardo ha lasciato Sant'Elia e si è fermato sotto il profilo a dorso di mulo di Castello, ai piedi del colle, ancora sul mare, ma in un punto insospettabile: il porto. Chi è entrato nel porto e l'ha girato tutto ha scoperto che i moli offrono prospettive interessanti e lo spazio nel re-troterra è molto più vasto di quanto non si possa sospettare
valutandolo dalla via Roma. Naturalmente, per porto non s'intende sempre e soltanto la via Roma, ma anche le stradine sconosciute ai più che lasciano la dogana e arrivano fino sotto il vecchio ponte della Scafa. Lì c'è la città stramata dal mare ricca di suggestioni perché il porto punico stava a ridosso dello stagno, il bacino dove si muovevano le chiatte che andavano a caricare le merci portate dalle navi proventi dai fiumi (allora navigabili) con la foce dentro Santa
Gilla. Insomma, l'idea di spostare il museo non è snaturante di per sé perché Cagliari ha più di un angolo in grado di accogliere il contenitore della ci-vilità dei sardi. La collocazione a Sant'Elia, al momento, ha un argomento in più: risolverebbe in modo brillante il controverso problema del capoluogo di gettare un ponte verso un borgo nato per restare emarginato e sempre più in difficoltà a causa della sua solitudine urbanistica. L'isolamento di Sant'Elia è un fenomeno sociale ormai ben descritto e riassumibi-le con una storia che leggenda metropolitana sembra ma purtroppo non è: quella del ragaz-zino minorenne finito in carcere il quale, nel colloquio con gli educatori, aveva spiegato di non essere mai uscito dal quartiere. Con un museo della portata culturale che gli si vuole assegnare l'intera città con i suoi più attenti visitatori si recherebbe a Sant'Elia per rendere omaggio quotidiano al mondo libero costruito dai nuragici. Altro che ghetto, (a. s.)



news

01-03-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 01 marzo 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news