LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Finanziaria. Verso un decreto taglia spese. Allarme della Corte dei Conti e sindacati sul piede di guerra
RaiNews 24, Roma, 14 ottobre 2005

14/10/2005 - Roma
Una conferma arriva anche dal ministro Giulio Tremonti



Un decreto taglia-spese bis per correggere l'andamento dei conti 2005. A questo starebbe pensando il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, che probabilmente presenter il provvedimento oggi in Consiglio dei Ministri. Il decreto potrebbe prevedere altre misure in grado di far affluire nelle casse dello stato una cifra tra i 4 e i 5 miliardi da qui alla fine dell'anno. Insomma sarebbe sul tavolo un decreto di correzione dei conti 2005 da varare al pi presto e in grado di frenare un deficit pubblico uscito fuori dai margini previsti.

I tecnici del Tesoro sono al lavoro per preparare un decreto legge di correzione dei conti pubblici 2005.
Una correzione che dovrebbe essere intorno ai 5 miliardi di euro. Sembra sfumare l'ipotesi del decreto taglia-spese, utilizzato una volta sola, nel luglio 2002 (legge 246). L'intervento a cui sta pensando il governo dovra' avere un effetto immediato, cosa che non permetterebbe il taglia-spese, che ha un iter parlamentare piuttosto lungo perche' deve essere sottoposto al vaglio delle commissioni Bilancio di Camera e Senato e della Conferenza Stato-Regioni. Un decreto legge, quindi, che dovrebbe arrivare sul tavolo del consiglio dei ministri di domani mattina con tagli mirati alla spesa corrente della pubblica amministrazione e non orizzontali e indiscriminati su tutta la spesa. Probabile anche che all'esame del governo arrivino alcune modifiche alla manovra 2006, tra cui la contestata "tassa sul tubo" e "aggiustamenti" a favore del Fondo spettacolo.

Berlusconi conferma la "manovrina"
La conferma della "manovrina" e' arrivata dallo stesso premier, Silvio Berlusconi, che ha detto: "stiamo lavorando sui conti 2005 e stanno emergendo situazioni che probabilmente richiederanno un intervento".
Una conferma anche dal ministro Giulio Tremonti che, pero' ha assicurato che il governo "non mettera' le mani nelle tasche degli italiani", sottolineando, comunque, che i conti pubblici "non sono allo sfascio". Anzi, l'Italia rispettera' gli impegni presi a Bruxelles.

Allarme della Corte dei Conti e sindacati sul piede di guerra
Mentre Berlusconi confermava la manovrina e i tecnici del Tesoro preparavano il decreto legge, su cui lavoreranno tutta la notte, e' arrivato un nuovo allarme dalla Corte dei Conti e una sonora bocciatura della manovra "bidone" da Cgil, Cisl e Uil, pronti allo sciopero generale di 4 ore.
La decisione del Tesoro di ricorrere ai ripari sui conti 2005 si e' resa necessaria dopo "il buco" sulle dismissioni immobiliari che non hanno dato il gettito previsto e il mancato decollo dell'operazione della cessione di 3mila km di strade statali con i cosiddetti "pedaggi ombra", per un valore di 3 miliardi, prevista dalla Finanziaria 2005. A preoccupare il Tesoro anche il non funzionamento del tetto del 2% alla spesa della pubblica amministrazione che, sarebbe, invece, lievitata.

La magistratura contabile oggi ha puntato l'indice proprio sul mancato introito da immobili, denunciando che sono entrati "meno di 600 milioni a fronte dei 7 miliardi previsti in Finanziaria". Non solo: sarebbero a rischio anche le entrate dalla cessione delle strade e l'autotassazione di novembre.



news

09-11-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 9 NOVEMBRE 2019

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

Archivio news